lunedì 15 gennaio 2018

CASSETTA DELLA POSTA SPECIALE... #20... PIU' LIBRI PIU' LIBERI 2017

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Quella di oggi è una posta speciale, data l'occasione in cui ho fatto questi acquisti. Sicuramente ci saranno persone che storceranno il naso nel vedere il numero di libri che ho comprato alla fiera, ma voglio rassicurare tutti dicendo che i soldi spesi li ho messi da parte anche grazie al lavoro che faccio, quindi non sto gravando sui miei genitori o buttando soldi che non ho.
Detto questo, mi sento anche di dire che, se a qualcuno non stanno bene queste cose, può evitare di leggere il post e di scorrere le immagini che vi inserirò, perché il mio intento è quello di mostrarvi il risultato di una giornata per me fantastica, un'esperienza che stavo aspettando di fare da molto tempo e che non ho mai avuto la possibilità di fare prima e quindi eccomi a mostrarvi, con ORGOGLIO, i miei danni di fine anno :-)





La prima cosa che mi ha colpito della fiera è stata l'organizzazione, a parte la visione di questa struttura gigantesca e lattescente sospesa nel vuoto.
Sono arrivata alle 10, orario di apertura e per chi, come me, è andato lì, può vedere che non ero molto distante dall'entrata in fiera. Una ventina di minuti dopo ero dentro e già facevo i miei piani di attacco.
C'è da dire che non si può andare molto alla cieca, nel senso che è meglio andare con un piano delle case editrici da guardare in modo più approfondito e non arrivare e vagare senza meta, altrimenti vi godrete poco o nulla. Per quanto si tratti di una fiera grande ma non enorme o che ci si possa perdere, ecco.
E' vero pure che, non avendo molto tempo ho preferito girare per gli stands piuttosto che andare agli incontri, quindi già in questo senso è importante fare una scelta accurata.
La parte degli stands è molto ampia e c'è la possibilità di camminare tranquillamente soffermandosi a chiacchierare con i ragazzi che ci sono lì, oltre a sfogliare e leggere i romanzi esposti, che sono tantissimi, una vero paese dei balocchi per i lettori.
Un'altra cosa che mi è piaciuta molto è stata la presenza di tantissimi ragazzi appassionati che lavorano con trasporto e che, nella maggior parte dei casi, ti parlano delle loro proposte con gli occhi illuminati. E questo è il danno peggiore per chi va lì senza idee, perché quando poi ti trovi davanti a tutto quel ben di dio non sai proprio frenare il portafogli.
Insomma, quella di PIU' LIBRI PIU' LIBERI è decisamente una bellissima esperienza per tutti coloro che non possono raggiungere Torino e che vogliono aiutare le piccole case editrici e sicuramente il 2018 sarò di nuovo lì!!!

Ma adesso passiamo alle cose pratiche... Ho deciso di creare un paio di post con gli acquisti così da non crearne di troppo lunghi. Non so cosa inserirò nell'uno e nell'altro, l'unica cosa certa è che vi mostrerò tutto, ma proprio tutto quello che ho comprato.




La prima foto che vi mostro è quella legata ai primi due acquisti che ho fatto allo stand della INFINITO. Due saggi legati ad eventi di cui si conosce poco e che sono molto curiosa di leggere, come tutti i libri che ho comprato, in effetti. Il primo riguarda la guerra serbo-croata di cui la Mazzantini parlò nel suo VENUTO AL MONDO  che ho adorato: IN BOSNIA. VIAGGIO SUI RESTI DELLA GUERRA, DELLA PACE E DELLA VERGOGNA di PIERFRANCESCO CURZI. L'altro è un tema che mi ha sempre incuriosito e di cui ho già letto qualche altro testo: LE DONNE DELLA RESISTENZA di ILENIA CARRONE.




Il formato riconoscibilissimo di questi due romanzi è quello dello stand IPERBOREA in cui ho comprato due libri (dei mille mila che avrei voluto, ovviamente) che mi hanno attirato fin da quando ne ho visto l'uscita sulla news letters. IL NANO di PAR LAGERKVIST è frutto di una lunga chiacchierata con una delle ragazze dello stand che mi ha letteralmente incantato. Il libro è incentrato sulla figura di una nano, appunto, che osserva il mondo attorno a sé con occhio molto critico e severo. Invece TUTTO QUELLO CHE NON RICORDO di JONAS HASSEN KHEMIRI è uno dei titoli che mi ero appuntata prima di andare alla fiera. La storia è quella di un giornalista che cerca di ricostruire la figura di un ragazzo ritrovato morto attraverso le parole di chi ha avuto rapporti con lui prima di morire. Curiosa, curiosa!




Ovviamente ho fatto un salto allo stand BAO nella speranza di trovare ZEROCALCARE e farmi autografare un suo lavoro. Poi, vedendo che si doveva fare una fila lunghissima mi sono accontentata di vederlo da lontano mentre disegnava l'armadillo sul volume di un altro. Però, io a casa mi sono portata la variant di L'ELENCO TELEFONICO DEGLI ACCOLLI che è uno dei pochi volumi che mi mancano di suo. 




Allo stand de L'ORMA ho comprato due libretti di questi, di cui uno è stato un regalo e non posso mostrarvelo. Per me ho comprato I MIEI SOGNI MI APPARTENGONO di MARY SHELLEY autrice del famosissimo FRANKENSTEIN che ho intenzione di rileggere ma voglio acquistare una versione decente del romanzo. Non avevo ancora mai visto da vicino queste piccole edizioni tascabili e mi sono piaciute tantissimo. In realtà non ce n'erano molte lì visto che sono andata il penultimo giorno della fiera, però, questo era uno di quelli che avrei voluto comprare ed eccolo qui :-)




Allo stand della MINIMUM FAX ho comprato tre romanzi di autori che avevo puntato da una vita e che trovandomeli davanti non ho potuto non comprare, a discapito di tante altre cose che ho visto lì.
EASTER PARADE di RICHARD YATES sarà il mio primo romanzo di questo autore amatissimo da molti e che io non ho ancora mai letto.
Altro autore di cui ho sentito parlare molto bene è BERNARD MALAMUD di cui ho comprato LE VITE DI DUBIN che racconta la storia di un biografo che intreccia una improbabile relazione adulterina con una sua seguace.
Infine un grande classico che mi ha incuriosito molto è BELLI E DANNATI di FRANCIS SCOTT FITZGERALD di cui lessi qualche anno fa IL GRANDE GATSBY che, a dire la verità, ho rivalutato solamente in un secondo momento. Anche in questo caso abbiamo il ritratto della società bene degli anni venti del 900 e sono molto curiosa di scoprire cosa ci racconta in questo romanzo.



Questo volume non è un romanzo ma una cosa molto particolare e ben fatta che mi ha colpito appena mi sono avvicinata allo stand CLICHY con ben altre intenzioni. GUIDA TASCABILE PER MANIACI DEI LIBRI è una vera e propria guida per chi, come me, vuole leggere e scoprire autori e storie nuove. Il libro si articola in varie sezioni dedicate ai premi letterari, alle biografie degli autori importanti, ai libri che hanno avuto un ruolo importante nel mondo letterario, le stroncature, insomma una guida molto particolare e, sicuramente, "rovinosa" per tutti i lettori :-) Non avete idea di quanto segni e post it io possa aver messo su questo libro!




Chiudo questo post con un acquisto che esula dalla fiera e che ho comprato insieme alla mia nipotina il giorno prima di andare a Piu' libri più liberi, perché sì, avevo deciso di rovinarmi anche il giorno prima. Quando le ho chiesto se magari non fosse il caso di comprare anche questo libro dato i danni consapevoli del giorno dopo lei mi risponde "Zia, fai così: compri un libro adesso e tanti libri domani!" VOCE DELLA VERITA' come potevo non darle retta??? E così siamo uscite da lì con MOLTO FORTE, INCREDIBILMENTE VICINO di JONATHAN SAFRAN FOER per me, un libro di Tea Stilton per lei :-)
Diciamo che questo acquisto è stato dettato dal fatto che ho visto la nuova versione del romanzo e, per principio, non ho voluto comprarlo con 5 euro in più dato che questo costa 12 (che non è comunque poco!).


Bene, amici lettori, fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi romanzi, se ho fatto degli acquisti decenti, per questo primo post, io ne sono contentissima. Spero di avervi dato anche degli spunti di acquisto, sebbene le Case Editrici di cui vi ho parlato qui siano abbastanza note.
Intanto vi saluto, vi mando un grande abbraccio... Tra qualche giorno vi mostrerò anche la seconda parte degli acquisti fatti in fiera!!! A presto!

4 commenti:

  1. Ciao! Anche io negli ultimi anni ho visitato delle fiere del libro a Milano ed a Torino e devo dire che torno sempre stanca ma contenta! :-) I tuoi acquisti sembrano tutti interessanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono stata soddisfattissima, anche perché avevo puntato questi libri già da tempo e ora che li possiedo non mi rimane altro che darmi da fare e LEGGERE COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI :-)

      Elimina
  2. Ciao Mikla! Hai portato a casa un bel bottino, complimenti! Io vivo a Roma da qualche tempo, ma in quei giorni sono tornata in Puglia dai miei genitori e quindi non ho potuto partecipare a questo evento. Peccato, mi sarebbe piaciuto molto.
    Comunque non ti devi giustificare per come spendi i tuoi soldi, ognuno fa quel che vuole e come hai ben detto, a chi dà fastidio può benissimo girare al largo. In genere chi visita i nostri blog è un appassionato di libri quindi non potrà che immedesimarsi in noi e non penserà minimamente a criticarci, tranquilla :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria :-) Grazie!!! Se vivi a Roma avrai più facilità di vedere altre fiere di questo tipo in cui potrai rifarti :-)
      Non era una giustificazione ma solo il mio punto di vista si una questione che vedo girare per il web e che, secondo me, non ha molto senso, ecco.. Ognuno fa quel che vuole!

      Elimina