venerdì 13 ottobre 2017

RECENSIONE "CI VEDIAMO UN GIORNO DI QUESTI" di FEDERICA BOSCO

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Oggi vi parlo di un libro che, se non fosse stato per le sfide di lettura, non credo avrei mai letto, perché? Perché lessi molti anni fa un libro di questa autrice che non mi aveva colpito affatto, tanto da non ricordarne nulla, e per questo motivo non mi sono mai interessata a seguirne la sua storia editoriale.
Tutto questo cambia nel momento in cui mi arriva la mail con gli obiettivi della RUOTA DELLE LETTURE e casualmente mi ritrovo a leggere questo volume.
Vi racconto la mia esperienza nel post, BUONA LETTURA!


TRAMA: Cate e Ludo diventano amiche dopo essersi scambiate la merenda a scuola. Cate è una sorta di Hippy, libera, eclettica, piena di vita, di spirito di avventura, di sperimentazione. Ludo è metodica, schematica, abitudinaria, pacata, legata al suo lavoro normale, alla sua relazione normale alla sua vita ordinata e prima di scombussolamenti. Questo non le è possibile continuando ad essere amica di Cate e la sua anima esplosiva.
Un'amicizia lunga una vita, un'amicizia sincera.


Titolo: Ci vediamo un giorno di questi
Autore: Federica Bosco
Casa Editrice: Garzanti
Anno: 2017
Pag: 310 
Prezzo: 16,90 euro



VALUTAZIONE:



Non avrei mai pensato di poter dare un voto così alto ad una autrice che pensavo non potesse rientrare nelle mie corde. Come ho detto, lessi un libro della Bosco molti anni fa e non mi aveva colpito affatto. In questo caso, però, ho trovato una scrittrice diversa, più matura, meno legata ai cliché e che con questa storia è riuscita a coinvolgermi a pieno.
Ho letto CI VEDIAMO UN GIORNO SI QUESTI per rispondere ad uno dei due obiettivi  de LA RUOTA DELLE LETTURE  ovvero LEGGERE IL LIBRO CHE STA DIETRO AD UN BREVE RIASSUNTO DELLA SUA TRAMA. Comprandolo ho poi osservato bene la copertina e mi sono resa conto che avrei potuto utilizzarlo anche per la THE HUNTING WORD CHALLENGE per la quale posso spuntare la parola ACQUA, visto il mare in copertina, o almeno spero possa essere considerato giusto.

Ma veniamo alla storia e al mio pensiero su questo romanzo.
La vicenda racconta della amicizia di due amiche che, avvicinandosi a scuola durante l'ora della merenda, sono rimaste amiche per tutta la vita, con tutto quello che le varie età comportano. 
In realtà non so come potrei raccontarvi questo libro senza che vengano fuori troppi dettagli sulla storia. Vi basti sapere che l'amicizia tra Cate e Ludo va avanti tutta la vita attraversando varie difficoltà che la vita mette davanti alle persone e che, queste due donne, hanno avuto la possibilità di vivere sempre una vicino all'altra.

Il romanzo è un contenitore di vita con tutto quello che questo comporta, amicizia, amori, litigi, allontanamenti, ritrovamenti e poi difficoltà, problemi e risoluzioni. Un romanzo che ho apprezzato perché contiene tutto un mondo al suo interno, nonostante questo mondo venga affrontato solamente da due persone.
Credo che sia proprio questo che me lo ha fatto appezzare. L'idea di due amiche che affrontano tante situazioni diverse e lo fanno sempre insieme è un'idea della vita che mi piace. Una sensazione che rassicura e tranquillizza, soprattutto quando le cose non vanno sempre così nella vita reale.

Ho apprezzato molto la costruzione che la Bosco fa di queste due donne che sono così tanto diverse tra loro ma riescono, proprio per questo, a compensarsi e completarsi.
Un libro che mi ha colpito anche per le tante tematiche che affronta e che, seppure mi abbia portato a pensare che fosse poco realistico, è riuscito comunque a darmi da pensare.
Tra i tanti temi ci sono l'abbandono genitoriale, l'ossessione per qualcuno, la maternità single,  l'adolescenza, la malattia, la speranza e la rinascita.

Mi è piaciuto molto il modo in cui l'autrice affronta tutte queste tematiche e la freschezza con la quale lo fa. Mi è piaciuto il modo in cui la serietà degli eventi trattati venga sempre sdrammatizzata e alleggerita dall'ironia delle protagoniste che "nascondono" le loro paure dietro la ricerca di una forza che le porta ad andare avanti soprattutto per chi hanno attorno.
Il tutto viene raccontato attraverso l'uso di uno stile molto leggero e capace di tenerti incollato alle pagine per sapere come le due protagoniste sarebbero riuscite ad affrontare la loro vita.
I personaggi mi sono piaciuti tutti ed anche il modo in cui cambiano nel corso della vicenda. Ovviamente i tempi letterari non possono essere come quelli reali, ma l'autrice riesce comunque a stare dietro al tempo della storia senza far pensare che si tratti di un qualcosa di poco realistico.

Insomma, sono rimasta piacevolmente colpita dal cambiamento di scrittura e tematiche di questa autrice che sicuramente continuerò a seguire. Un romanzo che mi ha subito catturato per il vulcano di energia che emette Caterina e la mia vicinanza al personaggio di Ludo, più riflessiva e meno istintiva, nonostante molte delle sue scelte non le avrei mai fatte.

Decisamente una lettura soddisfacente, una lettura che ci voleva in questo periodo e che mi ha fatto rivivere alcuni momenti della mia vita di un anno fa ma, fortunatamente, le cose non sono andate a finire allo stesso modo.
Su questo ultimo pensiero credo di avervi raccontato tutto, fatemi sapere se conoscete questa scrittrice, se avete letto qualcosa di suo o se avete già letto questo romanzo che vi suggerisco di leggere se vi piacciono le storie di vita vissuta e di amicizie straordinarie.

Adesso vi saluto, vi mando un grande abbraccio e vi auguro di fare bellissime letture!!!

6 commenti:

  1. Ciao! Tutti parlano benissimo di questo libro ed io sono una fan dell'autrice...non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto carino come libro, per me è stata una riscoperta perché non mi aveva colpito nel libro precedente, ma a te che piace, sicuramente troverai anche questa una bella lettura da fare :-)

      Elimina
  2. Ciao, son passata di qui
    ti aspetto da me Se fosse per sempre
    Un bacio, ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Grazie di essere passata, farò lo stesso con il tuo blog :-)

      Elimina
  3. Ciao Mikla! Sarà una delle mie prossime letture e se prima ero un po' titubante, ora sono decisamente convinta di leggerlo. Sembra un romanzo leggero ma emozionante, anche perché affronta tematiche forti. Ti farò sapere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, si è leggero il modo in cui affronta degli argomenti tosti da digerire, hai detto bene. ASpetto tue notizie allora :-)

      Elimina