venerdì 2 giugno 2017

RECENSIONE "MERLINO. LA MAGIA DI STONEHENGE" di LUISA MATTIA

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Dopo tanto tempo sono giunta, finalmente, a scrivere la recensione dell'ultimo volume della trilogia dedicata alla figura del giovane Merlino. Trilogia che mi aveva colpito molto e che alla fine si è rivelata essere un po' deludente. Vi racconto tutto nel post, cercando di non anticiparvi poi molto della storia. Buona lettura!!!







TRAMA: Merlino ed Enid tornano a Demezia, ma la loro euforia viene subito spenta dalla presenza di Ektor, marito della madre di Merlino, che, per tenere sotto controllo il Regno, ha preso il posto del defunto re Deer. Merlino, legittimo erede, deve fare i conti con Ektor e con la sua prepotenza di usurpatore.



Titolo: Merlino. La magia di Stonehenge
Autore: Luisa Mattia
Casa Editrice: Giunti
Anno: 2011
Pag: 320
Prezzo: 8,90 euro 





VALUTAZIONE:


Eccoci giunti all'ultima tappa della storia del giovane Merlino attraverso una trilogia che, secondo me, è partita molto bene ed è andata scemando nell'ultimo volume, purtroppo.
In questo terzo volume incontriamo un Merlino diciottenne che deve affrontare situazioni, a volte, anche molto più grandi di lui. Anche se poi, pensandoci, a 18 anni nel 400 i ragazzi erano già considerati adulti fatti e formati, ecco.

Diciamo che qui troviamo un Merlino cui vengono gettati addosso tanti eventi e sentimenti nuovi tutti insieme e che probabilmente l'autrice avrebbe dovuto diluire meglio o comunque articolare di più a livello di trama,ecco. Per questo motivo la mia votazione non è stata una sufficienza piena come per gli altri volumi.

Continua la storia tra Enid e Merlino, ma il tutto viene messo alla prova dagli eventi che la morte del Re Deer ha provocato nel Regno di Demezia. La narrazione, infatti, segue diversi filoni narrativi: la storia di Merlino e della riconquista del Regno di Demezia, la storia di Merlino ed Enid come promessi sposi e quella di Uther Pendragon, il Sassone che vuole riunire le terre conquistate precedentemente dal padre e che, alla morte di lui, sono state divise tra vari regnanti.

Se inizialmente pensavo che Uther fosse il personaggio più intrigante di questo volume, alla fine tutte le mie aspettative sono state deluse. Tutti i filoni narrativi si riducono alla banalità di storielle. Un volume che, purtroppo ha abbassato di molto il livello narrativo che stava potenzialmente costruendo, pur rimanendo alto il livello stilistico che è comunque una nota positiva nella delusione del resto.
Come ho detto,  gli eventi sono tutti prevedibili, e la storia di Merlino che deve riconquistare il Regno è una sorta di ossessione che accompagna tutti gli altri filoni narrativi. Ora non posso stare qui a raccontarvi il perché e il per come io abbia detto questa cosa, ma fidatevi.
Ho trovato la narrazione molto lenta, allungata con dettagli a volte superflui, e sinceramente mi aspettavo qualcosa di più approfondito dei temi che vengono trattati.
Merlino conosce la rabbia, il tradimento e la vendetta che sono sentimenti molto importanti e anche lontani dall'immagine che tutti si possono essere fatti del grande Mago.
Ma è anche attraverso questi episodi che poi il nostro stesso protagonista finisce per scegliere una strada diversa.

Insomma, nel complesso non posso dire che si sia trattato di una trilogia malvagia o che non rileggerei per niente al mondo. E' una storia che ha i suoi lati positivi e negativi e sicuramente adatta per tutti coloro che amano il mondo della magia della natura e delle avventure. I primi due volumi sono stati molto più avvincenti e per questo sono rimasta delusa dalla frettolosità di questo ultimo volume che forse, proprio perché conclusivo, avrebbe potuto darci qualcosa di più. Questa ovviamente è una mia opinione personale, come al solito. 
Non c'è stato un personaggio che ha spiccato sugli altri e quelli che avrebbero dovuto fare la differenza sono rimasti nell'ombra o quasi. Insomma una lettura da cui mi aspettavo molto di più e che non è riuscita, a mio avviso, a dare una degna conclusione alla saga che stava crescendo.

Nonostante la mia opinione negativa, per questo volume, non mi sento di sconsigliare la trilogia perché comunque i primi due volumi li ho apprezzati (Merlino. il destino di un giovane mago e Merlino. Il cerchio del futuro). Sappiate, però, che l'ultimo volume mi ha lasciato con l'amaro in bocca, poi fate voi, ecco.

Bene lettori, ho cercato di essere sintetica e di raccontarvi quale è stata la mia avventura con Merlino. Spero che vi sia piaciuta la recensione. Fatemi sapere se avete letto questo libro o se avete letto la trilogia e cosa ne pensate in proposito.
Io vado a preparare altri post che sono indietrissimo, ci rileggiamo presto, un abbraccio!!!

2 commenti:

  1. Peccato ti abbia deluso :( io ho i primi due volumi ma non li ho ancora letti, vorrei prima trovarli in un'edizione decente e recuperare anche il terzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dispiaciuta anche io, sinceramente! Mi aspettavo una conclusione più coinvolgente e invece si è lasciata andare all'ovvio. Però ti consiglio comunque di leggerla perché non è bruttissima come lettura!

      Elimina