martedì 17 gennaio 2017

RECENSIONE "RAGAZZE D'IRLANDA. SEDICI SCRITTRICI SEDICI RACCONTI" di AA. VV.

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Dopo i giorni di agonia passati senza il mio fidato (insomma) compagno di avventura e disavventura nel mondo del web e della tecnologia, devo dire che tornare a scrivere una recensione e pubblicarla nell'immediato è veramente qualcosa che mi mancava fare!!!
Quindi, eccomi qui a proporvi una nuova recensione di un libro per una delle sfide di lettura cui sto partecipando in questo 2017.
Vi lascio al post... Buona lettura!!!




TRAMA: 16 racconti di 16 scrittrici tutte irlandesi che ci raccontano alcune esperienze vissute dalle donne. Diverse situazioni per altrettanti diversi comportamenti che favoriscono una facile immedesimazione del lettore nei personaggi che incontra tra le pagine di questa raccolta.


Titolo: Ragazze d'Irlanda. Sedici scrittrici - Sedici racconti
Autore: AA. VV.
Casa Editrice: Guanda
Anno: 2003 (Ristampa)
Pag: 313
Prezzo: 9,50 euro






VALUTAZIONE:



Questo è un altro di quei libri comprati per caso in uno dei momenti di acquisto compulsivo su internet guidato da prezzi bassi, ultra sconti, o addirittura rimanenze di magazzino di cui ho approfittato qualche tempo fa.
Non sono affatto un'amante dei racconti, ma l'idea di poter conoscere qualche autrice irlandese mi stuzzicava e ne ho approfittato. L'occasione di lettura è stata una delle sfide a cui sto partecipando, LA RUOTA DELLE LETTURE (cliccate sul banner per saperne di più!), in quanto il primo obiettivo che mi è stato assegnato indica la lettura di un libro di racconti e così, trovandomelo sotto gli occhi, ho pensato che questa potesse essere l'occasione giusta.

Ragazze d'Irlanda è un libro dedicato soprattutto alle ragazze che stanno passando dei momenti di sconforto o che vedono la loro vita solamente come una continua serie di sfortune e disavventure. Un libro che racchiude al suo interno storie che permettono ad ogni lettrice di identificarsi nelle varie protagoniste che vi troverete davanti.
Devo dire che mi risulta difficile parlare di una racconta di racconti fatta da autrici diverse, perché ognuna ha un proprio stile di scrittura come di narrazione, la cosa che accomuna tutte è essenzialmente il tema, una antologia che parla alle donne, di donne attraverso un linguaggio prettamente femminile.
Quello che ne viene fuori è un ritratto che, sulla quarta di copertina, dice essere quello di ragazze irlandesi, ma sicuramente è anche quello di tutte le donne/ragazze del resto del mondo :-)!

Ci troviamo davanti alle situazioni più disparate, coppie che sembrano essere perfette e non lo sono, donne che cercano l'avventura della notte, donne esasperate dalla sindrome premestruale, donne che vengono sfruttate dai familiari senza esserne consapevoli, donne ingannate e tradite, donne che si prendono la rivincita, donne che hanno dei dubbi sul loro rapporto e altre che perse e impaurite dal rimanere sole accettano qualunque compromesso o storia.
Un volume che ci permette, volendo, di guardare situazioni anche molto vicine a noi o che ci colpiscono direttamente, sotto un altro punto di vista. Storie di donne reali, con delle protagoniste femminili che non necessariamente andranno a ricoprire il ruolo di ragazza copertina dell'anno. Ci sono protagoniste cinquantenni che mettono in dubbio la loro sensualità o l'interesse che possono suscitare in un uomo, oppure ci sono giovani ragazze, che scottate dalle delusioni, dimostrano le loro paure nello buttarsi in nuove relazioni.

Insomma una raccolta che ho apprezzato molto proprio perché reale e veritiera. Sono reali le situazioni che vi vengono presentate e i pensieri che le varie protagoniste si trovano ad avere.
Altra cosa che ho apprezzato molto è il fatto che non ci si trova davanti ad una raccolta femminista o che va a ledere la figura maschile. Tutti i racconti si concentrano sulla donna e solo su di lei mettendo la figura maschile in secondo piano e mai come se fosse l'incarnazione del male. Questa cosa è veramente apprezzabile.

Ovviamente trattandosi di una raccolta di racconti non posso parlare molto delle storie altrimenti vi direi tutto quello che succede. Per quanto mi riguarda, non posso dire che tutti i racconti mi sono piaciuti allo stesso modo e alcuni non mi hanno proprio toccato, ma nella maggior parte dei casi ho sempre trovato un atteggiamento o una situazione che mi avrebbe potuto rappresentare.
Insomma che dire, una lettura molto divertente, in alcuni casi, che mi ha fatto riflettere molto, in altri. Una lettura che si può fare tutta d'un fiato perché ogni storia ha comunque una sua conclusione logica e non stanca leggerne anche due o tre di seguito.
Allo stesso tempo è anche una raccolta che permette di leggere un racconto alla volta anche per inframmezzare delle letture più impegnative. Sicuramente una lettura piacevole che consiglio a chi ama particolarmente questo genere ma anche a chi vuole cimentarsi in una raccolta di racconti non molto impegnativa!


Bene Amici Viaggialettori, anche per questa lettura credo di aver detto tutto e spero di avervi invogliato a leggere questa raccolta o quantomeno a saperne di più. 
Vi mando un grande abbraccio e vi auguro, come sempre, Buon viaggio tra le pagine dei vostri libri... Ci rileggiamo prestissimo!!!

4 commenti:

  1. Ciao! Non conoscevo questo libro... Su questo genere (racconti al femminile) ho però letto "Racconti di letto" di Jennifer Weiner :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :-) Io della Weiner ho letto due romanzi e devo dire che mi sono piaciuti molto, LETTO A TRE PIAZZE e CERTE RAGAZZE, il primo di questi mi è piaciuto di più, ma comunque sono letture piacevoli da fare anche per staccare un po'!

      Elimina
  2. Ciao Mikla, interessantissima recensione! Come te, neanch'io sono tipa da raccolte di racconti, ma questa sembra davvero degna di nota!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :-) E' stata una lettura molto piacevole da fare e ogni tanto bisogna pure staccare un po' da letture serie e più impegnative. I Racconti sono una forma di scrittura che non riesco ad apprezzare quasi mai perché mi sembrano troppo brevi e incompleti, ma questi hanno un loro perché :-)

      Elimina