lunedì 31 ottobre 2016

NOVITA' IN LIBRERIA - NOVEMBRE 2016

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Buon Lunedì lettori e non, oggi è l'ultimo giorno del mese di Ottobre, Halloween per intenderci ;-) Lo festeggerete?? Quale sarà la vostra maschera stasera??Spero vi divertiate molto e che mi facciate sapere come andrà :-)


Eccomi di nuovo a parlarvi delle novità che usciranno in libreria per un nuovo mese.

Manca pochissimo a Natale ormai, state già cominciando a pensare a quali regali fare e a chi farli?? Regalerete qualche libro?? Io ancora non ho pensato a nulla, a dire la verità, mi ridurrò sicuramente all'ultimo momento come ogni anno :-/
Ma torniamo a noi e parliamo di libri... Devo dire la verità, questo mese non ho trovato molte cose che mi interessano davvero, sarà, infatti, un post molto breve.
Vi segnalo cinque nuove uscite e tutte di genere fantasy che hanno attirato particolarmente la mia attenzione. La maggior parte sono le continuazioni di serie di cui sto seguendo l'uscita così da poterle leggere una volta che sono usciti tutti i volumi o che manca poco prima che esca l'ultimo volume... Vi lascio al post... Buona lettura!!!






Il primo libro che vi mostro è Rebel. Il tradimento di ALWIN HAMILTON, secondo romanzo di una duologia credo a cui verrà aggiunto un terzo volume, ma non so dirvi se sia un prequel o un terzo volume. Comunque, il volume in questione verrà pubblicato il 02 Novembre dalla Casa Editrice Giunti

Di questa serie possiedo già il primo volume, ma ancora non l'ho letto, proprio perché aspetto che siano pubblicati tutti i volumi per leggerla.
Continueranno gli intrighi, i giochi di potere e gli inganni presenti nel primo libro. Un fantasy ambientato nelle terre orientali e questa cosa aumenta il fascino della lettura :-) 









Per la Casa Editrice Newton Compton verrà pubblicato 03 Novembre Dark Games di ANNA CAREY.

Primo volume di una duologia nella quale si raccontano le vicende di una ragazza che si risveglia sui binari della metropolitana senza ricordare il suo nome o la propria memoria. L'unica cosa che ricorda è che qualcuno la vuole morta. Con sé ha solamente uno zaino e un coltello oltre alla voglia di scoprire chi ce la possa avere con lei!


Non so, credo sia carina come storia, a metà tra un thriller e un giallo forse fantasy, mi incuriosisce molto e staremo a vedere come sarà.











ROSMUND HODGE esce in libreria il 03 Novembre con il secondo volume dedicato al retelling della Bella e la Bestia, per la Casa Editrice Newton Compton dal titolo Il sentiero del Bosco Incantato.



Devo dire la verità, del primo volume non ho sentito molti pareri positivi, ma io sono sempre dell'opinione che un libro, per sapere se ci può piacere o meno, deve essere letto da noi, quindi prima o poi toccherà anche a questa serie, che mi attira si, ma non da farmi stare in ansia di attesa, diciamo.













Il 10 Novembre sempre per la Newton Compton esce La lettrice di TRACI CHEE. La trama mi piace moltissimo, e a dire la verità non vorrei che mi si rivela una delusione enorme, diciamo che voglio essere positiva guardando le premesse che ci sono.

La storia racconta di una ragazza che si ritrova a vivere in un mondo in cui i libri sono stati completamente eliminati. Dopo l'uccisione del padre è costretta a scappare, e lo fa con la zia che le insegna a cacciare, rubare e seguire le tracce. Con se porta uno strano oggetto che, scoprirà poi, essere un libro. Poco dopo anche la zia viene rapita e alla ragazza non rimane altro che capire cosa sia veramente successo alla zia e al padre, e perché sia stato ucciso.
A me piace, speriamo bene dai :-)








Ultimo libro di cui vi parlo per questo mese è Soldier di JULIE KAGAWA che verrà pubblicato dalla Casa Editrice Harper Collins il 24 Novembre.



Terzo volume di una saga composta, forse, da cinque volumi, anche se la notizia non è ancora certa.

Una serie che parla di draghi e che mi incuriosisce da quando è uscita. Messa in wishlist da subito e ancora aspetto di poterla leggere... Sbrigatevi a pubblicarla tutta!!!!
E non aggiungo altro!!!










Bene amici, come sempre vi ricordo che le novità che vi scrivo in questi post sono quelle che riguardano i MIEI interessi e che attirano la MIA attenzione, non sono le uniche uscite.

E' possibile che un mese ci siano solo libri "impegnati", o solo fantasy, come in questo caso, o libri di narrativa, insomma scrivo questi post rispecchiando il gusto che ho al momento o la curiosità che mi spinge a comprare e leggere i libri che escono.
Fatemi sapere se anche a voi interessa qualcuno di questi libri, se ci sono altre uscite interessanti che mi sono persa, o se avete da suggerirmi qualche altra uscita da leggere.


Io vi saluto vi auguro di trascorrere una bella serata e una buona settimana e di fare tante belle letture!!!

Un abbraccio a tutti voi miei cari Viaggialettori!!!

venerdì 28 ottobre 2016

RECENSIONE mini "IL PRINCIPE VLAD" di WOLFGANG HOHLBEIN

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!


Come andiamo amici? Finalmente è ritornato un nuovo week end e tutti possiamo godere di un po' di meritato riposo dopo una settimana di faccende e impegni di vario genere direi :-)

Quella di oggi è una recensione mini perché si tratta del secondo volume di una trilogia di cui io possiedo solamente il secondo e il terzo volume, ecco!!! 
Vi lascio al post e vi racconto un po' che cosa ne ho pensato... Buona lettura!!!






TRAMA: Tornato dopo molti anni di esilio nel suo villaggio natale, Andrej Delany scopre che tutti gli abitanti sono stati uccisi e alcuni dei sopravvissuti deportati verso una destinazione ignota con una grande nave mercantile.
Nel tentativo di liberare il suo popolo, salendo anche lui sulla nave, Delany scopre che proprio quella stessa nave sta per essere attaccata da un grande vascello che, apparentemente senza motivo, inizia una battaglia che porta all'incendio della nave di schiavi e la morte di tutti coloro che vi si trovavano all'interno. Gli unici sopravvissuti sono Delany, Abu Dun che guidava la nave distrutta, e Fredric, un amico di Delany.
Il comandante del vascello è un grande cavaliere coperto di un'armatura rosso fiammante di nome Vlad Tepes detto Dracul, personaggio crudele e spietato che basa la sua reputazione su una lunga scia di cadaveri.





Titolo: Il principe Vlad
Autore: Wolfgang Hohlbein
Casa Editrice: Tea
Anno: 2008
Pag: 281
Prezzo: 8,60 euro


VALUTAZIONE:



In realtà non quante persone possano conoscere questo autore o se è molto famoso, io mi ritrovo questo libro perché risale ai tempi in cui ero fissata con le storie di vampiri e creature soprannaturali, ma è evidente che adesso, mi piacciono comunque e mi fa piacere leggerne, ma non lo preferisco più come genere.
Comunque tornando a noi, quella di oggi sarà una recensione mini perché parlerò del secondo volume di una trilogia che inizia con il volume intitolato Il sangue del cavaliere che, tra l'altro, non possiedo e non ho letto :-/ maaa ho deciso di parlarvene comunque perché possiedo il terzo volume e conto di leggerlo tra qualche tempo, credo l'anno nuovo, così mi levo di torno un'altra lettura di quelle che rimando da decenni o giù di lì.

Il giudizio che ho dato a questo libro in realtà è una sufficienza scarsa, proprio perché non avendo letto il primo mi sono ritrovata davanti ad una storia che, in un certo senso, era già cominciata, nonostante la mia sensazione sia stata quella di leggere una storia a sé della trilogia. Cioè, è molto probabile che nel primo volume si introduca il personaggio di Delany, la sua storia e cosa lo ha portato via dal suo villaggio, ma a livello di storia credo sia possibile iniziare a leggerla anche da questo volume.
Il finale è aperto, o comunque dà conferma di una continuità nel terzo volume quindi prima o poi lo leggerò ma non mi è di urgenza come cosa.

Tornando alla storia raccontata ne Il principe Vlad, è chiaro che ci sono dei riferimenti alla storia del noto Vampiro ma ci troviamo di fronte ad un misto di mitologia e storia reale che devo dire mi è piaciuto. 
Il personaggio di Vlad è legato principalmente alla sua fama di "Impalatore" e non a quella mitologica del vampiro, ruolo che, al contrario, viene affidato ad altri personaggi.
La vicenda è ambientata nel XV secolo, nel pieno della battaglia tra Cristiani e Ottomani, quindi c'è un accenno a fatti realmente accaduti che giustificano il ruolo di Vlad in questa veste.
Il personaggio di Andrej Delany in realtà non mi ha colpito particolarmente, riceve un sacco di botte e non prende mai una decisione sua ma si limita ad accettare quelle che prendono altri. Insomma l'ho trovato un personaggio passivo, nonostante la trilogia lo segnali come protagonista, mah!!!
In compenso mi è piaciuto un pochino di più Abu Dun che da carnefice diventa alleato di Delany, ma non  mi ha fatto impazzire nessuno dei protagonisti, in realtà.
La presenza di una storia d'amore impossibile e contrastata è lo stereotipo che si trova in molti libri del genere, accanto al quale ritroviamo la mancata accettazione del ruolo di mostro che non sa quale sia la sua natura.

"Gli costò uno sforzo incredibile restare fermo. Dracul era davanti a lui, il profumo del suo sangue sembrava ovunque, lo trascinava nel delirio; era dolce, vischioso, tetro e allo stesso tempo spaventosamente seducente. Sollevò le braccia, incapace di controllarsi. Vide il volto di Tepes sfocarsi. Sentì la saliva raccogliersi sotto la lingua, uscirgli in bave sottili e appiccicose dagli angoli della bocca e poi colare sul mento. Udì un suono profondo e cupo, come il ringhio minaccioso di un lupo e, con orrore, si rese conto che stava uscendo dalla sua stessa bocca. Gli occhi di Tepes si accesero all'improvviso, Andrej lo afferrò, lo trascinò a sé con forza brutale e gli avvicinò i denti alla gola..."

Insomma un libro a cui si, ho dato due farfalle su cinque come votazione, ma sarebbe più una farfalla e mezza, e la metà è data per il fatto che Vlad non è il vampiro di turno ma uno spietato guerriero e imperatore. Quindi ho votato guardando più il fatto che l'autore sia riuscito ad unire bene la storia reale con la mitologia della figura di Vlad, ecco!!!
La lettura è stata molto veloce, un tre giorni più o meno, lo stile non mi ha particolarmente colpito come pure la storia nel suo complesso. Devo dire che non lo consiglio molto per quello che è stata la mia esperienza, poi magari qualcuno di voi mi dirà che è bellissimo, non so.
Io credo che non sia più il mio genere, o comunque non sia qualcosa che si trovi nelle mie corde al momento e potrei non averlo apprezzato, in rete tutti hanno dato pareri positivi, ma vabbé, si è capito che quando al mondo piace una cosa a me no! Eh eh eh!!!

Bene la mia recensione lampo o mini, che dir si voglia, finisce qui, fatemi sapere se non ho capito nulla di questo libro o se la pensate come se, se lo avete letto e se vegeta nelle vostre librerie ma ancora non avete avuto la voglia di affrontarlo... 
Vi saluto, ci rileggiamo presto amici, BUON WEEK END e buone letture!!!

mercoledì 26 ottobre 2016

WWW...WEDNESDAY... #20

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Buon mercoledì lettori, come sta procedendo la vostra settimana?? Spero stia andando tutto per il meglio ;-)
Settimana di Halloween, mi sono accorta solo adesso che è finito anche il mese di Ottobre... BENE!!! Questo tempo passa DECISAMENTE troppo in fretta!!!
Anche questa settimana vi faccio un piccolo aggiornamento letture, vi lascio al post e alle tre solite domande :-) Buona lettura!!!


Cosa stai leggendo?




Ebbene si, lo so che sono stata per due settimane a dire che avrei letto un classico e ne ero pienamente convinta fino a quando ho finito di leggere un libro che mi ha rattristato e non mi andava per niente di buttarmi su qualcosa di impegnativo. Oddio, non dico che Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson non lo sia, ma diciamo che sopporterò meglio un thriller di un classico, al momento, ecco.
Non so se siamo ormai rimasti in pochissimi a non aver letto questa trilogia, spero che ci sia qualcuno che mi faccia ancora compagnia, dai ;-) Mi incuriosisce molto, pur avendo visto i film tanto tempo fa, così ieri mattina mi sono svegliata con questo titolo in testa e ho cominciato a leggere...


Cosa hai appena finito di leggere?




L'eleganza del riccio di Mauriel Barbery è stata una lettura carinissima e il finale mi ha lasciato senza parole... Se lo avete letto sapete di cosa sto parlando.
Sicuramente ne farò una recensione ma non so veramente come affrontarla :-/ mmm... Magari una post veloce, oppureeeee... non so, non so, meglio non anticipare nulla va!


Cosa leggerai in seguito?




Il mio caro Guy è tornato a farmi compagnia, Bel Ami sarà sicuramente una lettura che farò entro l'anno, mi impegnerò affinché tutto questo accada e CE LA FARO'!!!

Per questa settimana credo che sia veramente tutto... Aggiornamenti rapidi e fatti all'ultimo momento dati i tempi di lettura biblici... ma va bene comunque così, se cominciamo a metterci ansia da soli per il numero di libri che si leggono in un mese la lettura diventa un obbligo e non un piacere da portare avanti...
Allora Amici, fatemi sapere se avete letto questi libri, se vi sono piaciuti, se ci sono ancora persone che, come me, sono rimaste lontane dalla Trilogia Millennium, insomma scambiamoci qualche titolo... ecco!!!
Vi saluto, ci rileggiamo presto... BUONE LETTURE AMICI, UN ABBRACCIO!!!

lunedì 24 ottobre 2016

HELLO OCTOBER BOOK TAG

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!



Buon Lunedì amici... Anche questo mese ho deciso di proporvi un Tag, questa volta con dei libri e spero che vi piaccia! Il nome, HELLO OCTOBER, dovrebbe suggerire di farlo i primi del mese, proprio perché è una sorta di benvenuto, maaaa... dovrebbe essere chiaro a tutti voi che il tempismo non è una caratteristica a me particolarmente congeniale!

Diciamo che, anche se stiamo al 24 di Ottobre, il mese è ancora quello e per questo possiamo pure passarla per buona no??!!
Allora allora, prima di cominciare a rispondere alle domande vi dico che il Tag l'ho trovato girando per il web sul blog IL SALOTTO DEL GATTO LIBRAIO e mi è sembrato carino da riproporre ;-)... Vi lascio al post.. Buona lettura!!!


HELLO OCTOBER BOOK TAG

1)GOODBYE  SUMMER: La lettura estiva che hai preferito



In realtà LA CADUTA DI ARTU' di J.R.TOLKIEN non è stata l'unica lettura dell'estate che ho preferito ma una delle più belle sicuramente!
Non so come spiegarvi, è stata proprio una folgorazione, ho comprato degli altri suoi libri e ho intenzione di leggerli entro breve sperando che siano belli come questo. 


2) HELLO OCTOBER: Un libro che hai intenzione di leggere questo mese





Se riuscirò a finire la lettura che ho in corso, e non ne sono affatto sicura, credo che lo leggerò visto che rimando ormai da una vita la lettura di BEL AMI di GUY DE MAUPASSANT. Credo proprio che anche questa challenge vada a farsi benedire... Ma tutto è ancora da vedere e ce la potrei fare :-D


3) SI TORNA A SCUOLA: Un titolo che hai iniziato più volte e non riesci mai a concludere




Credo di avere un problema serio con questo libro così amato da tutti e io non riesco neanche a leggerne metà!!!
DRACULA di BRAM STOKER è un libro che avrò cominciato una decina di volte negli anni e proprio non mi prende, non so per quale motivo, non so magari è per la scrittura, o la storia troppo raccontata da tutti che averne sentito parlare così tanto mi ha stufato non so. Anche in questo caso prima o poi ce la farò a leggerlo!!!

4) ARRIVA L'AUTUNNO: Una copertina che ti ricorda i colori autunnali



Più che i colori, diciamo la stagione, non mi mancano copertine rosse, arancioni e gialle, ma ho preferito suggerirvi questo titolo, RACCONTO D'AUTUNNO di TOMMASO LANDOLFI. Questo volumetto è entrato a far parte dei miei libri preferiti da circa un paio di anni. Ho avuto l'occasione di conoscere questo scrittore per la stesura della mia tesi, che ho fatto proprio su Tommaso Landolfi e sui suoi romanzi, e me ne sono innamorata... Sto pensando di farci una recensione su... più in là magari... Se avete occasione di leggerlo FATELO ASSOLUTAMENTE!!!


5) INIZIANO A CADERE LE FOGLIE: Una lettura osannata da tutti ma che a te è caduta in basso





Se seguite il mio blog e i miei sproloqui da un po' di tempo saprete già cosa sto per dirvi, per chi invece non ha letto la mia recensione a questo libro basta cliccare sul titolo e vi rimanderò direttamente su quel post. Sto parlando di PROMETTO DI SPOSARTI OGNI GIORNO di PEDRO CHAGAS FREITAS. Sinceramente non capisco o non ci arrivo proprio a capire quale motivo possa esserci a spingere le persone ad elogiare questo scrittore. A me non è piaciuto per niente, un libro pesantissimo, pieno di frasi a effetto messe lì apposta.
Vi rimando alla recensione così vi fate un'idea va... 


6)RIPARTE LA SOLITA ROUTINE QUOTIDIANA: Quali sono le abitudini che metti in atto prima di iniziare a leggere?

Sicuramente ci metto una vita a scegliere il libro successivo. Sono convinta che la scelta deve essere fatta d'impulso e nella maggior parte dei casi dopo averci pensato tanto finisco con il cominciare la lettura del titolo che mi è venuto in mente la mattina appena sveglia.
Poi controllo le pagine, ma non perché mi spaventa leggere un libro grande, solo per curiosità. Non leggo mai la trama ma mi lascio attrarre dal titolo. Comincio a leggere alla mia scrivania.


7) L'UVA è IL FRUTTO DEL MESE: Una serie che hai divorato, chicco dopo chicco, un libro dietro l'altro





Questa serie è qualcosa di stupefacente e coinvolgente. Si tratta de LA SPADA DELLA VERITA' di TERRY GOODKIND una serie composta da 11 volumi, (nella foto manca l'ultimo volume) abbastanza corposi, ogni volume è di circa 5/600 pagine, ma vi assicuro che leggendola non ve ne accorgerete minimamente. Una saga fantasy piena di intrigo, magia, cospirazione che, sebbene faccia capire la trama principale fin dal primo libro, comunque è caratterizzata da altri intrecci e vicende che rendono il tutto ancora più accattivante.


8) IL FREDDO E' ALLE PORTE: Una lettura che reputi adatta al periodo e che senti di consigliare



A dire la verità non lo so mica per quale motivo dovreste leggere questo libro, neanche io l'ho ancora fatto, ho deciso di scegliere a istinto e girandomi verso la mia libreria mi ha subito attirato- MATHIAS MALZIEU e la sua MECCANICA DEL CUORE sarà sicuramente una delle letture del nuovo anno e credo anche inizio anno, mi incuriosisce troppo e adesso non posso leggerlo perché ho delle challenge in corso, quindi tutto slitterà a Gennaio!!!


9) UN NUOVO VENTO ARRIVA E VOLTA LE PAGINE: Il libro più scorrevole che abbia mai letto




IL GIARDINO DEGLI OLEANDRI di ROSA VENTRELLA è un bellissimo romanzo d'esordio che racconta la storia di una famiglia del sud Italia il cui modello matriarcale fa da sfondo ed elemento portante di tutta le vicende. Un libro scritto benissimo, con uno stile che ti porta da  solo a volerlo leggere ad alta voce per sentirne la musicalità e profondità.


10) GLI UCCELLI MIGRANO: Un titolo che appena uscito è subito scomparso dagli scaffali




E' sicuramente una risposta banale ma HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL'EREDE di JOHN TIFFANY E JACK THORNE è il libro che tutti al mondo stavano aspettando da troppo tempo per lasciarlo vegetare a lungo sugli scaffali delle librerie. Io sinceramente non l'ho comprato e non lo so se lo farò quando uscirà la versione romanzata, perché questo in realtà è la trasposizione letteraria dello spettacolo teatrale. La curiosità c'è anche se i pareri nel web sono molto negativi... Vedremo dai!!!


Allora amici spero che questo tag vi sia piaciuto, e lo so che siamo alla fine di Ottobre ma se vi va potreste rispondere comunque a queste domande sui vostri blog o video, se avete un canale. Fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi libri, se vi incuriosisce qualcosa di quello che ho inserito io... Vi do' appuntamento al prossimo post... BUONE LETTURE!!!

venerdì 21 ottobre 2016

RECENSIONE "IL PALAZZO DELLA MEZZANOTTE" di CARLOS RUIZ ZAFON

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Siete pronti per il week-end?? Come lo passerete?? 

Questa settimana la recensione che vi propongo è di un libro che ho da più di quattro anni in libreria e che leggendolo mi ha riportato indietro negli anni in cui l'ho comprato... Nostalgia canaglia ;-) A dire la verità non so per quale motivo, non è che sia stato un periodo in cui sono successe cose particolari ma mentre lo leggevo mi sono venute in mente tante cose... tempi di gioventù e spensieratezza... eeee... che vi devo dire, è andata così e ve lo racconto ;-) Vi lascio al post che è meglio va!!!




TRAMA: Calcutta 1916: Due gemelli molto piccoli vengono portati in fretta nella casa di una donna anziana da un uomo che tenta di salvarli da un pericolo incombente.
Calcutta 1932: Un ragazzo di sedici anni di nome Ben trascorre gli ultimi giorni all'interno di un istituto per orfani assieme ai suoi migliori amici, tutti nella sua stessa situazione. Un giorno, verso sera, una ragazza di sedici anni e una donna anziana arrivano in tutta fretta all'istituto per parlare con il suo direttore e metterlo in guardia sul futuro, in pericolo, di un ragazzo che si trova lì.


Titolo: Il Palazzo della mezzanotte
Autore: Carlos Ruiz Zafon
Casa Editrice: Mondadori
Anno: 2010
Pag: 299
Prezzo: 19,00 euro





VALUTAZIONE:




Questo è un altro di quei libri che stava vegetando nella mia libreria da qualche secolo o giù di lì. Si tratta di un libro a sé nella produzione di Zafon, forse uno di quelli meno conosciuto o meno pubblicizzato, che avevo preso appena uscito all'epoca.
Devo dire che come lettura è stata carina ma non è possibile paragonarlo a L'ombra del vento che mi ha coinvolta molto di più.
La storia inizia nel 1916, siamo a Calcutta e due gemelli appena nati vengono salvati da un uomo che, rincorso da un soggetto misterioso, cerca di portarli dall'unica persona che avrebbe potuto salvarli, o comunque trovare una soluzione al problema. 
Il maschio della coppia viene portato in un istituto che accoglie bambini abbandonati e lì vi rimane per sedici anni, il romanzo, infatti, si ambienta poi nel 1932. 
Il 1932 è l'anno di uscita di Ben, il gemello, dall'istituto e contemporaneamente è anche l'anno che mette fine ad una associazione segreta composta da Ben e alcuni suoi compagni d'istituto, la Chowbar Society. Le regole di questa società sono principalmente due, l'aiutarsi vicendevolmente e indipendentemente dal bisogno necessario, e il mettere a disposizione le proprie conoscenze personali agli altri membri della confraternita così da potersela cavare nel caso in cui si abbiano dei problemi una volta usciti dall'istituto.
Quella stessa notte una donna misteriosa ed una ragazza arrivano all'istituto per parlare direttamente con il direttore, l'uomo che aveva deciso di aiutare Ben sedici anni prima.
L'arrivo della donna getta Ben e i suoi compagni nel caos più totale perché scopriranno che la ragazza non è altro che la sorella gemella di Ben e che entrambi sono coinvolti in una storia molto più complicata di quello che pensano.
Adesso non starò qui a parlarvi dei particolari relativi alla vicenda di Ben e Sheere, ma sappiate che, anche se mi è piaciuto il libro, la storia mi è risultata un po' troppo surreale per lo svolgimento che ha avuto.

Sicuramente lo stile utilizzato da Zafon è molto particolare e riconoscibile. Un insieme di mistero e atmosfere decadenti avvolgono la città di Calcutta come la Barcellona degli altri suoi romanzi. Si nota la peculiare capacità dell'autore di andare dritto al sodo utilizzando parole essenziali e funzionali al racconto senza cadere nell'inserimento di elementi superflui che andrebbero a rendere eccessivamente pesante la narrazione.
Non è un caso, infatti, che molto di rado i romanzi di Zafon siano molto lunghi, la sua media è di circa trecento pagine, ma riesce comunque a trasportarti in un'atmosfera molto particolare.  
Un elemento che non mi è piaciuto molto è sicuramente il rapporto tra i due fratelli che sembra finto, mi spiego meglio.
Se si parte dall'idea che i due fratelli non si sono visti per sedici anni e, credo logicamente, non sia possibile che vedendosi scoppi tutto l'amore fraterno che non hanno avuto fino a quel momento, non è neanche logico che, non considerandosi per più di mezzo libro, alla fine i due siano folli d'amore, almeno secondo me, ecco. 
Ho trovato i due protagonisti un po' freddi soprattutto nel momento in cui entrano a conoscenza del loro rapporto. Non c'è una reazione di stupore o gioia nel loro ritrovarsi o rabbia nei confronti di chi aveva sempre saputo della loro storia lasciandoli fuori da tutto.
Ho capito che Ben ci viene descritto come un solitario che sta sempre sulle sue e gli amici lo accettano per questo, ma che rimani quasi indifferente al fatto che ti ritrovi una sorella, GEMELLA, senza fare una piega lo trovo troppo costruito e irreale.

Il tema dell'amicizia è sicuramente il principale argomento del romanzo, si mette in evidenza il fatto che ci si possa creare una propria famiglia anche con delle persone che hanno condiviso un passato e un dolore simile e che proprio per questo riescono a capirsi e diventare veri amici. La voce narrante è infatti proprio uno dei ragazzi che fanno parte della Chowbar Society e che, dopo moltissimi anni, decide di mettere per iscritto la storia che lo ha segnato per una vita intera.
E' proprio agli amici di Ben che deve essere attribuito il merito di aver saputo risolvere il mistero che minacciava il futuro di questi due gemelli, oltre a quello della loro intera famiglia.

Per quanto mi riguarda, penso che sia stata una lettura piacevole ma più scadente rispetto alla sua altra produzione. Non mi ha colpito particolarmente e la storia mi è risultata un po' banalotta. Il mio voto è legato più ad un fatto di "affetto", se così si può dire, nell'aver ritrovato le cose che mi piacciono di questo scrittore nonostante la storia non mi abbia fatto impazzire.
Purtroppo parlarne troppo comporterebbe la possibilità di farvi continue anticipazioni e per questo non scriverò molto su questa lettura.

Nonostante non sia il mio preferito dell'autore sono stata comunque contenta di leggere questo libro, soprattutto perché ho visto che nelle librerie praticamente è sparito preferendo la trilogia della Nebbia, di cui il primo volume sicuramente merita di più. 

Beh amici direi che per questo post posso chiudere qui, fatemi sapere se avete letto questo romanzo, o altro di Zafon, se vi piace se lo conoscete e cosa ne pensate.
Vi ringrazio come sempre per le visualizzazioni e spero che prima o poi vi aggiungerete come lettori fissi così da rimanere aggiornati sui post che pubblicherò ;-)

Adesso vi saluto amici Viaggialettori, vi auguro di fare tante belle letture!!!

mercoledì 19 ottobre 2016

WWW...WEDNESDAY...#19

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Buon mercoledì lettori come va?? Qui piove e il freddo e il caldo si alternano in modo anomalo e ci tocca accettare il fatto che il cambio armadio non si può ancora fare... IO ODIO FARE IL CAMBIO ARMADIO... Ogni volta ho la tentazione di buttare via tutto, ma poi il mio istinto pazzoide si ritira prontamente.. eh eh eh!
Il post di oggi sarà quasi identico a quello della settimana scorsa se non per il fatto che....

Va bene vi lascio alla lettura del post anche se sarà breve breve... BUONA LETTURA!!!


Cosa stai leggendo?


La scorsa settimana vi avevo detto che avevo appena cominciato la lettura di L'eleganza del riccio di Mauriel Barbery... Bene, sono ancora ferma a quelle pagine, più o meno una 40 ina.
Un motivo c'è, ve lo assicuro... Devo dire che i due personaggi che ci vengono presentati sono piuttosto particolari e mi incuriosisce molto sapere che cosa ci vuole proporre questa scrittrice...


Cosa hai appena finito di leggere?


Ebbene si... FINALMENTE DOPO UN MESE E MEZZO sono riuscita a portare a termine la lettura di 22-11-63 di Stephen King!!! Sento lo scrosciare di applausi e lo squillo delle trombe attorno a me perché veramente è stata una impresa ardua portarlo a termine.
Decisamente è stato il modo sbagliato di approcciarmi a questo scrittore sebbene il libro non mi sia dispiaciuto.


Cosa leggerai in seguito?


Anche in questo caso nessun cambiamento, Bel Ami di Guy de Maupassant credo che sarà l'ultima lettura che affronterò per questo mese di Ottobre, sebbene io non sappia, in realtà, quanto ci metterò per finire il libro della Barbery... Ma siamo fiduciosi dai!


Bene amici per questa settimana l'aggiornamento letture rimane praticamente inalterato, a parte la conclusione del libro di King, voi cosa avete letto??? Cosa ne avete pensato?
Come sempre vi auguro di fare buone letture... ci rileggiamo presto... Un abbraccio!!!

lunedì 17 ottobre 2016

LA CASSETTA DELLA POSTA...#8

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Amici miei come va??? Dalle mie parti il freddo è arrivato e direi anche in modo piuttosto prepotente con vento e pioggia.. Sia ben chiaro a me piace da morire questo tempo :-)

Eccomi qui oggi a mostrarvi quali sono state le mie entrate librose nel mese di Settembre... Ormai rinuncio a dire che non comprerò nulla per i prossimi mesi, magari se non lo dico riesco a farlo sul serio, chissà :-)
Adesso procedo con il post, spero troverete qualcosa di interessante, Buona lettura!!!




La maggior parte degli acquisti che vedrete in queste immagini sono stati fatti in una giornata passata all'outlet di Valmontone e ad un centro commerciale che si trova lungo la via del ritorno a casa. All'outlet di Valmontone ho scoperto esserci una libreria Giunti e visto che tutto aveva il 15 % di sconto su tutti i libri ne ho approfittato per comprare gli altri due volumi della trilogia dedicata a Merlino scritti da Luisa Mattia. Il primo libro lo lessi qualche mese fa in occasione della Sissy&Anita Summer Challenge e si intitolava Melino. Il destino di un giovane mago di cui feci anche la recensione, se cliccate sul titolo verrete trasportati alla sua pagina :-). Il primo volume mi era piaciuto molto e mi ha lasciato con la curiosità di vedere come la vita del giovane Merlino vada avanti alla ricerca della madre. Per questo motivo, trovandomeli davanti ho pensato di comprare sia il secondo volume ovvero MERLINO. IL CERCHIO DEL FUTURO, sia il terzo volume: MERLINO. LA MAGIA DI STONEHENGE. Inutile dirvi che sono curiosissima di sapere come va avanti la storia :-)




Essendo in vena di spendere soldi che, diciamocelo chiaramente, potevo tenere in tasca, ho comprato al centro commerciale, sempre in quel giorno, questi tre libri. I due volumi in alto sono di Alessandro Baricco, scrittore che ho adorato nella sua prima produzione, quella di Seta, Oceano mare e Castelli di rabbia, per intenderci, e che mi ha un po' deluso nella seconda fase produttiva, ma ho deciso che leggerò anche questi ultimi libri. Il primo a sinistra è MR GWYN e l'altro, a destra è  SMITH&WESSON. Non so assolutamente nulla della trama né voglio saperla, ovviamente eh eh eh.. Speriamo solo che qualcosa di buono ne uscirà dalla loro lettura!
Il libro in basso è il primo di una serie di gialli scritti da Robert Galbraith ovvero lo pseudonimo della amatissima J.K. Rowling. IL RICHIAMO DEL CUCULO fa parte, appunto di una serie di tre romanzi almeno pubblicati per adesso che mi hanno incuriosito fin da subito anche se poi non li ho comprati. Adesso, essendo uscita la versione economica a 5 euro direi che si è potuto fare ;-)




Ebbene si, ho deciso di dedicarmi alla lettura delle Graphic Novel e ho voluto cominciare da autori tutti italiani. La spinta all'acquisto è stata data grazie allo sconto del 25 % che la Bao ha fatto dalla fine del mese di Agosto a poco più della metà di Settembre. Il primo titolo che ho comprato è stato BASILICO' di Giulio Macaione, so che si tratta di una storia di famiglia e una serie di segreti che vengono a intrecciarsi con la passione per la cucina. Deve essere carino almeno i disegni mi piacciono, poi bo :-)
Il secondo titolo è di Giacomo Bevilacqua IL SUONO DEL MONDO A MEMORIA. Non so come mai mi abbia attirato così tanto questo titolo, l'ho visto in una libreria e appena tornata a casa ho fatto subito l'ordine. Qualche giorno dopo ho scoperto che molte booktubers che seguo ne stavano parlando, ovviamente le ho EVITATE TUTTE eh eh eh!!!
Terzo titolo è di Zerocalcare DIMENTICA IL MIO NOME. Anche in questo caso si tratta di una storia legata alla famiglia e mi ha incuriosito molto fin da quando ne ho sentito parlare da Ilenia Zodiaco sul suo canale. Quale migliore occasione di sconti molto convenienti per comprare libri che altrimenti sarebbero costati un patrimonio???

In realtà alla lista di questo mese ho dimenticato di aggiungere la foto con le METAMORFOSI  di Ovidio che ho comprato in versione Minimammut così da aumentare il mio arcobaleno libroso.

Devo dire che sono molto contenta di tutti gli acquisti che ho fatto per il mese, non sono tantissimi ma credo sia stato meglio così. Per quanto riguarda le letture non sono stata molto brava, nonostante io stessi partecipando ad una nuova Challenge e ad un gruppo di lettura, ma credo che riuscirò a recuperarmi in qualche modo durante questo mese.
Allora amici, per questo mese la cassetta della posta è stata questa, avete trovato qualche titolo interessante? Avete già letto qualcuno di questi libri? Fatemi sapere cosa ne avete pensato che la mia curiosità è galoppante :-)

Adesso vi saluto, vi ringrazio per la lettura e vi mando un grande abbraccio!!!
Ci rileggiamo presto Viaggialettori, alla prossima!!!

venerdì 14 ottobre 2016

RECENSIONE "LA STORIA INFINITA" di MICHAEL ENDE

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Come va amici? Il week-end è alle porte, avete già fatto programmi o fate come me che fino a cinque minuti prima di fare una cosa non si sa nulla di quello che si farà??

A parte queste cose, oggi vi parlo delle mie impressioni su un classico fantasy senza tempo che, tra le altre cose, mi sono ritrovata a leggere nel periodo del suo 35 esimo anniversario di nascita ;-)!!! Ma leggete cosa ne ho pensato nel post, Buona lettura amici!





TRAMA: Il Regno di Fantàsia sta per scomparire, l'Infanta Imperatrice è malata, un eroe deve cercare il rimedio alla distruzione, un Figlio dell'Uomo, che darà un nuovo nome alle cose. Un viaggio della speranza e un viaggio alla riscoperta di se stessi attraverso una storia che non conosce età e tempo.


Titolo: La storia infinita
Autore: Michael Ende
Casa Editrice: Tea
Anno: 2014 (Ristampa)
Pag: 436
Prezzo: 10,00 euro






VALUTAZIONE:



Credo che chiunque faccia parte della generazione degli anni 80/90 abbia visto almeno una volta nella sua vita il film di questo libro. Non ricordo di preciso quali sensazioni provai, o meglio, ricordo che mi piacque tantissimo, che mi mettevo nella mia cameretta insieme a mio fratello (tre anni più grande di me) e ce lo guardavamo così presi da non riuscire a staccare gli occhi dal televisore. Ho sicuramente dei bei ricordi legati a questo film, anche per gli anni successivi e recenti anche, ho rivisto il dvd pochi giorni prima della fine del 2015 con la mia dolce metà :-)
Ritrovarmi il libro fra le mani ad un mercatino, poco dopo aver rivissuto l'esperienza del film, è stata una di quelle casualità che poche volte succedono a me personalmente, però, quella volta che succedono sono sempre piacevoli, fortunatamente.
La lettura del libro, invece è stata diversa. L'ho letto una prima volta all'età di 14/15 anni e poi non l'ho più considerato perché prestato e mai più tornato :-(, però, mi era sempre rimasta in testa l'idea di volerlo rileggere e vedere perché non mi era piaciuto o non mi aveva lasciato nulla.
Devo dire che a distanza di quasi venti anni, dalla prima lettura, il parere  è mooolto diverso dall'epoca.
Leggere La Storia Infinita di Michael Ende è stata si, un'esperienza, particolare, perché legata al ricordo, ma anche magica e coinvolgente.
Il romanzo è diviso idealmente in due parti, nella prima parte si raccontano tutte le peripezie di Atreiu con Fùcur (Falcor per chi ha visto il film) il Drago della Fortuna, per cercare di salvare Fantasia e l'Infanta Imperatrice. La seconda parte vede protagonista Bastiano (Bastian) che, divenuto parte di Fantasia, farà il suo personale viaggio per tornare nel suo mondo. 
In poche righe si potrebbe dire così la trama, ma La storia Infinita non è solo questo, è un romanzo pieno di magia, certo, di avventura, di personaggi che sono pronti ad aiutarsi ma anche di lati oscuri che servono a far capire come vanno le cose in realtà, anche se le vicende sono ambientate in un mondo fantastico.
I due viaggi raccontati sono uno diverso dall'altro, ma non possono essere visti come separati e distinti.
Il viaggio che compie Atreiu è un viaggio della speranza, un viaggio che spinge il nostro protagonista ad avere la necessità di salvare se stesso e il proprio mondo da qualcosa di ignoto, di spaventoso e distruttivo. Fantàsia è il regno della Fantasia, è il regno della felicità, del libero arbitrio ma anche della lealtà e del rispetto reciproco. Un regno in cui non ci sono distinzioni di razza, è composto da un numero infinito di specie diverse e sottospecie, che si rispettano pur non andando d'accordo. 
E' un regno che deve cercare di combattere per salvarsi dall'ignoto, il NULLA che attanaglia e ricopre tutto, inesorabilmente, senza preavviso.

" "Hai mai visto il Nulla, figliolo?" "Sì, più di una volta." "E com'è?" "E' come se si fosse ciechi." "Bene. E quando ci siete caduti dentro, vi rimane addosso, il Nulla. siete come una malattia contagiosa, che rende gli uomini ciechi, così che non distinguono più l'apparenza dalla realtà. Sai come vi chiamano laggiù?" "No", mormorò Atreiu. "Menzogne!" Abbaiò Mork. [...] "Che cosa sei laggiù, mi domandi? Ma che cosa sei qui? Che cosa siete dopotutto, voi abitanti di Fantàsia? Chimere, visioni fantastiche, immagini di fantasia, invenzioni del regno della poesia, personaggi di una storia senza fine! O forse che tu ti ritieni realtà, figliolo? Be' si, certo, qui nel tuo mondo lo sei. Ma una volta che sei passato attraverso il Nulla, non lo sei più. Allora diventi irriconoscibile. Allora sei in un mondo diverso. laggiù non avete più alcuna somiglianza con voi stessi. Voi portate nel mondo degli uomini accecamento e illusione. Indovina un po', figliolo, che fine fanno tutti gli abitanti della Città dei Fantasmi che si sono gettati nel Nulla?" "Non lo so", balbettò Atreiu. "Diventano manie, idee fisse nella mente degli uomini; immagini d'angoscia, là dove non c'è motivo d'angoscia; idee di disperazione, là dove non c'è ragione di disperarsi; desiderio di cose che poi fanno ammalare". "

La Storia infinita è una continua lotta tra l'esserci e il non esserci, che forse è anche peggio di quella tra bene e male. Il Nulla attanaglia la mente, la rende fragile, spaventata, perseguitata, Fantàsia invece è il mondo dei sogni e dei sonni tranquilli ma anche un Eden che nasconde i suoi pericoli.
Infatti, nel primo viaggio ci troviamo davanti ad una vicenda nella quale il protagonista, Atreiu, è consapevole del suo ruolo e dell'importanza che esso ricopre. Atreiu è l'eroe coraggioso che ci si aspetterebbe di trovare in un romanzo fantasy, perché è di questo che si tratta. L'anti-eroe è Bastiano che diventa protagonista della seconda parte del romanzo e del secondo viaggio raccontatoci dall'autore.
Bastiano è un personaggio che mostra il suo egocentrismo ed egoismo per tutto il viaggio che compie. La sua megalomania lo porta a creare un mondo, la nuova Fantàsia, nel quale lui si crogiola nell'idea di esserne il creatore, il Supremo Signore, L'infante Imperatore. 
La storia di Bastiano è anche ciò che ci permette di vedere La storia Infinita come romanzo di formazione. Bastiano ci mette davanti ad un progressivo decadimento della nobiltà d'animo che lo aveva caratterizzato durante la lettura del libro.
E', infatti, grazie a Bastiano che noi conosciamo la storia di Fantàsia. E' grazie al suo ingresso in una particolare libreria, che veniamo a conoscenza di questo fantastico e immenso mondo nel quale, appunto Bastiano diventa protagonista e creatore nella seconda parte.
Quello che fa Bastiano è dimostrarci come giungere al punto più basso di noi può, attraverso la riflessione, permetterci di "rinascere" e vedere le cose che abbiamo con uno sguardo molto diverso. Una riflessione che Bastiano fa aiutato da una serie di personaggi che diventano ottimi alleati di un cambiamento necessario affinché la sua presenza in Fantàsia ricostruisca l'equilibro tra i due mondi, quello reale dal quale Bastiano proviene e Fantàsia, appunto.
il viaggio di Bastiano è un viaggio a tappe obbligatorie verso uno sprofondamento morale che mi ha portato a considerarlo un personaggio odioso, antipatico, privo di qualsiasi accenno alla ragione e all'altruismo che aveva invece caratterizzato la sua versione umana. 

"Una volta, dopo aver impazzato a quel modo, Bastiano alla fine sedette un pò affannato e domandò: "Posso restare sempre qui con te?" Il leone scosse la criniera. "No, mio signore." "E perché no?" "Perché qui c'è solo Vita e Morte, solo Perelun e Goab, ma non c'è storia. E tu invece devi vivere la tua storia. Non puoi restare qui." "Ma non posso andar via", replicò Bastiano. "Il deserto è troppo grande perché qualcuno riesca mai a uscirne. E tu non puoi portarmi fuori, poiché rechi il deserto con te." "Le strade di Fantàsia", disse Graogramàn, "le puoi trovare solo grazie ai tuoi desideri. E ogni volta puoi procedere soltanto da un desiderio al successivo. Quello che non desideri ti rimane inaccessibile. Questo è ciò che qui significano le parole "vicino" e "lontano". E non basta volere soltanto andar via da un luogo. Devi desiderarne un altro. Devi lasciarti guidare dai tuoi desideri". "Ma io non desidero affatto andarmene da qui", ribatté Bastiano. "Dovrai trovare il tuo prossimo desiderio", replicò Graogramàn in tono quasi severo."

La storia Infinita è un tuffo nel fantasy vecchio stile con tutti gli elementi che lo caratterizzano, il tema dell'eroe senza paura (Atreiu), il tema del viaggio per la salvezza ma anche per ritrovare la giusta via, la creazione di un mondo strepitoso che l'autore ci descrive seguendo l'attraversamento di terre l'una completamente diversa dall'altra. 
Attraverso le pagine Ende ci trasporta in paludi intricate, città di bianco avorio, scenari lunari, città in rovina e abbandonate, boschi e e giardini ricoperti dalle più belle e particolari piante e i più dolci e gustosi frutti, deserti dalle dune di mille colori abitati da creature amiche e da terribili e sagge belve feroci.
Il paesaggio creato da Michael Ende è un caleidoscopio di colori, forme e creature che difficilmente, visto il film, o letto il libro, si possono dimenticare. Senza rendersene conto il lettore viene trascinato e rapito dalla storia e improvvisamente ti ritrovi lì, accanto ad Atreiu o Bastiano a vivere le loro emozioni,. le loro paure e la voglia di farcela o dimostrare la propria grandezza e successivo pentimento. 
Un altro elemento che mi ha piacevolmente colpito, e che probabilmente solo anni di studi possono permettere, è la presenza di molti riferimenti alla mitologia, all'arte, alla letteratura che rendono ancora più particolare la narrazione. A Ende si deve la creazione di un mondo che unisce la fantasia con la realtà, così come il principio che permette a Fantàsia di vivere a lungo anche attraverso il ricordo del lettori.

Posso dirvi che si è trattata di una lettura piacevolissima, che mi ha riportato all'infanzia e che mi ha dato, allo stesso tempo, spunti di riflessione che non avevo colto quando lo lessi a 14/15 anni. Una storia che permette di considerare come la presenza di valori quali l'amicizia, il coraggio, l'amore familiare, l'altruismo sono possibili anche se c'è la presenza di cose negative dalla grande forza intorno. Una storia che esalta, quindi i valori e i sentimenti puri e che emoziona proprio perché questi vengono messi in evidenza.
Una storia senza tempo che può trovare il suo posto tra varie categorie di lettori e non necessariamente adolescenti. Insomma una lettura che vi consiglio di fare se ancora non vi siete mai approcciati a questo libro o al film.

Allora amici, anche per oggi credo di avervi detto tutto quello che ho provato leggendo questo libro. E' stata una bella esperienza ritornare indietro nel tempo e rileggere qualcosa che non leggevo da tantissimi anni.
Spero che il post vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete letto il libro, o se magari l'anniversario che è appena trascorso della sua nascita vi ha riportato a galla la voglia di immergervi nel mondo si Fantàsia. 
Vi ringrazio per le visualizzazioni, siete tanti, sempre di più, e mi rende felice tutto questo, quindi GRAZIE GRAZIE GRAZIE !!! 
Vi saluto amici Viaggialettori, fate delle buone letture e, fatemele conoscere, così ci scambiamo qualche consiglio ;-) 
Un abbraccio ad ognuno di voi... Ci rileggiamo presto amici!!!