giovedì 30 giugno 2016

RECENSIONE "LA PAPESSA" di DONNA WOOLFOLK CROSS

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!


Come state amici? L'estate sta arrivando finalmente, il tempo libero comincia ad aumentare e, anche per chi dovrà fare gli esami all'università, arriverà un periodo di svago e libertà totali, e spero che durante quel periodo avrete in mano anche un buon libro a farvi compagnia, perché no ;-)
Oggi finalmente vi propongo una recensione con esito positivo, e devo dire che tra le delusioni che sto avendo, almeno ogni tanto il buon umore torna ad affacciarsi... Questa volta vi parlo di un romanzo storico che mi è piaciuto tantissimo e spero che il post possa piacervi... Vi lascio alla lettura del post!


TRAMA: Giovanna è figlia del canonico di Ingelheim e di una donna di origini Sassoni. Ha due fratelli che, a differenza sua, hanno la possibilità di studiare e soddisfare la loro sete di conoscenza. Giovanna è una donna e non può farlo, le donne servono solo a procreare e mandare avanti la famiglia e la casa.
Giovanna è una ragazzina testarda, caparbia e curiosa. Ha voglia di imparare e grazie a queste sue qualità riesce non solo a vedere soddisfatta la sua voglia di conoscere le cose e il mondo, ma avere una brillante carriera nel mondo ecclesiastico diventando Papa.


Titolo: La papessa
Autore: Donna Woolfolk Cross
Casa Editrice: Newton Compton
Anno: 2010 (Ristampa)
Prezzo: 4,90 euro







VALUTAZIONE:




Oggi  vi parlo di un libro di cui avevo visto il film molti anni fa e pensate quanti anni sono che il libro vegeta nella mia libreria avendolo acquistato poco dopo l'uscita del film!

La papessa è uno di quelle storie che alla fine dell'ultima pagina, quando stai per chiudere il libro, ti  da la sensazione che il cerchio sia stato chiuso, non so se ho reso bene l'idea. Un libro in cui tutti gli eventi hanno preso la giusta piega e i personaggi hanno potuto trovare la loro pace, diciamo così.

Si tratta di un romanzo biografico che racconta le vicende di Giovanna, figlia del canonico di un villaggio tedesco, e di una donna di origini sassoni che è stata portata lì dal padre dopo l'evangelizzazione del suo villaggio.
La prima parte del romanzo è piena di tensione soprattutto perché si trovano continui scontri tra le due culture genitoriali, quella della madre che deve essere nascosta e quella preponderante del padre che inevitabilmente finisce con l'influenzare la vita di tutta la famiglia. 
Giovanna è una ragazzina curiosissima e fin da piccola è attratta da tutto ciò che le è proibito, la cultura nordica della madre in primis e la cultura in generale a seguire. 
Giovanna è una donna, e come tale le è proibito avere la possibilità di avvicinarsi ad un libro che tanto non avrebbe compreso e di cui non avrebbe mai saputo il contenuto.
In realtà per lei non è così. Come ho detto, il fascino della conoscenza la porta a dover apprendere ogni cosa che riguarda il mondo esterno alla religione e agli insegnamenti religiosi che sono gli unici che le vengono impartiti.
Attraverso gli studi effettuati dal fratello maggiore, la storia, il latino, i grandi pensatori e filosofi, riesce, nonostante il padre sia contrario, a farsi apprezzare da Esculapio, esponente della Schola Palatina, scuola di preparazione alla vita monastica.
Inizia così il lungo  percorso di conoscenza, oltre che di vita, che Giovanna intraprende per opporsi ad una realtà che proprio non riesce a comprendere per il suo senso pratico e logico. 

" "Tu hai ucciso tuo fratello", aveva detto suo padre. Al ricordo le salì in gola una sensazione di malessere. Ma il suo spirito si ribellò. Lei ERA orgogliosa, voleva più di quanto Dio avesse previsto per una donna. Ma perché Dio avrebbe dovuto punire Matteo per un suo peccato? Non aveva senso.Che cosa c'era in lei che le impediva di rinunciare ai suoi sogni impossibili? Le dicevano tutti che il suo desiderio di apprendere era innaturale. Tuttavia aveva sete di conoscenza, anelava a esplorare il vasto mondo di idee e opportunità aperto agli uomini di cultura"


Giovanna vuole conoscere tutto il conoscibile e non può farlo perché fa parte di una categoria, quella femminile, che all'epoca si riteneva fosse geneticamente impossibilitata a studiare e ad apprendere. Lo scopo della loro creazione è solo quello di procreare e mettere al mondo figli, possibilmente maschi e gestire la casa. Giovanna avrebbe dovuto rinunciare a ciò che più l'avrebbe gratificata nella sua giovane vita, ma la sua testardaggine le viene in soccorso. 
Riesce infatti ad entrare alla Schola Paltina e inizia il suo percorso di studi fino all'adolescenza, quando, diventando una ragazza piacente per i ragazzi del monastero viene allontanata e costretta a sposarsi.
Gli eventi le vanno in soccorso ancora una volta,  infatti, dopo l'arrivo di un gruppo di Vichingi che massacrano tutti compreso suo fratello, decide di prendere le sue sembianze e continuare così il suo percorso.
Sicuramente è stata una scelta difficile da fare, rinunciare alla possibilità di farsi una vita essendo semplicemente se stesse o, perché no, fare una propria famiglia essendo donna e studiosa.
Se da un lato quindi, la storia di Giovanna è quella di una donna che fa di tutto per raggiungere il suo scopo, dall'altro è anche quella di una donna che nella sua vita ha dovuto affrontare molte rinunce e molti abbandoni.
La morte di tutte le persone cui è legata, la madre e i fratelli e solo per ultimo del padre la porta a ripensare ad una sorta di riappacificazione con lui nonostante l'opinione che ha avuto nei confronti della figlia sia stata sempre negativa.

"Suo padre l'aveva sempre odiata. Anche quand'era piccola, prima che tra loro venissero tracciate le linee della battaglia, da lui non aveva mai ottenuto altro che una tolleranza irritabile e scontrosa. Per lui, era sempre stata solo una ragazza stupida e indegna. Eppure era stato un brutto colpo scoprire con quanta volontarietà l'avrebbe esposta, con quanta risolutezza l'avrebbe consegnata a una morte indicibile.Ciò nondimeno, quando la terra greve fu tutta ammucchiata sulla tomba di suo padre, Giovanna provò una malinconia strana e inaspettata. Non riusciva a ricordare un'occasione in cui non avesse sentito del rancore per lui, in cui non l'avesse temuto, odiato perfino. Tuttavia provava una peculiare sensazione di perdita"

La rinuncia a condividere la sua vita con un uomo che comunque diventa per lei una figura fondamentale non solo di crescita personale, ma anche di sostegno lavorativo,  le dà l'idea la possibilità di accettare più facilmente il suo fardello, sebbene esso sia stato volontario.

Mi dispiace se la recensione non sia molto esaustiva, ma il fatto che, già il titolo spiega quale sia il finale della vicenda, non mi dà la possibilità di parlare più di tanto proprio perché
vorrei lasciare la possibilità, a chi non ha visto il film almeno, di immergersi completamente tra le pagine di questo romanzo.
La storia raccontata dalla Woolfolk Cross è veramente da apprezzare. Chi ha apprezzato il film sicuramente non rimarrà deluso dalla lettura di questo piccolo gioiello storico. 
Un romanzo storico in piena regola che ci permette di conoscere, seppure per breve tempo, la realtà della metà dell'800 d.C. in relazione non solo a quanto succede alla vita di questa ragazzina, ma anche a quello che succede nella storia della civiltà mondiale.
Nonostante inizialmente la lettura mi sia risultata un pochino lenta, più che altro per la monotonia dei ritmi giornalieri della Giovanna ragazzina, devo dire che dal momento in cui arriva nel monastero si legge tutto più velocemente, data la quantità di eventi che si succedono.
Molto interessante è stata anche la descrizione della corte papale prima del suo arrivo al seggio papale, appunto, e le descrizioni dettagliate, ma mai pesanti di come si viveva in quegli anni sia dentro che fuori dai monasteri.

"Era una città di contraddizioni vecchie e apparentemente inconciliabili: la meraviglia del mondo, e una sentina sozza e putrescente; un luogo di pellegrinaggio cristiano la cui arte migliore celebrava divinità pagane; un centro di cultura e di studio, dove la popolazione sguazzava nell'ignoranza e nella superstizione. Nonostante queste contraddizioni, e forse proprio a causa loro, Giovanna amava Roma. Il tumultuoso fermento delle sue vie la infervorava. In quegli anditi brulicanti convergevano i remoti angoli del mondo: romani, longobardi, germani, bizantini e musulmani si spintonavano in un eccitante miscuglio di lingue e costumi. Passato e presente, pagani e cristiani si intrecciavano in un arazzo ricco e spassoso. Il meglio e il peggio del cosmo erano riuniti dentro quelle antiche mura. A Roma, Giovanna aveva trovato il mondo di opportunità e avventura che aveva cercato tutta la vita"

E' stata una lettura molto bella da fare, il giusto compromesso tra storia e biografia. Mi è piaciuta moltissimo la scrittura dell'autrice che è riuscita a rendere visibile ogni luogo e atmosfera descritta nel libro con il giusto dosaggio delle parole. 
Un libro che insegna che se una cosa si vuole davvero fare, bisogna rinunciare anche a quello che può essere importante nella vita, che si deve essere disposti a rischiare.
Ma è anche un libro in cui si vede come essere tenaci nella vita porta al superamento degli ostacoli che la società impone.
Ultima nota che mi sento di mettere in evidenza è la presenza di una NOTA dell'autrice che ci fa sapere che in realtà Giovanna non è l'unico caso di donne che rinunciano alla loro femminilità per intraprendere ruoli per cui si riteneva non fossero all'altezza e ne sono rimasta veramente stupita, il femminismo che è in me sta facendo salti di gioia... concedetemelo!!

Bene su quest'ultima nota direi che posso salutarvi :-) Avete letto questo libro o visto il film? Vi è piaciuto? Spero che le mie opinioni non siano risultate troppo confuse, è strano come si faccia sempre difficoltà a parlare di qualcosa che piace, mentre parlare di ciò che non piace risulta essere una passeggiata... Vabbè insomma  mi avete capito no??
Vi saluto... alla prossima con nuovi Post.. Buone letture e un abbraccio virtuale a tutti voi!!!


mercoledì 29 giugno 2016

WWW...WEDNESDAY...#10

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Come stati amici?? Dalle mie parti si procede lentamente verso la liquefazione giorno per giorno, non si respira mai, neanche per sbaglio, un po' di aria fresca... Se guardiamo il lato positivo possiamo avere la scusa buona per mangiare più gelato, "Fa caldo, perché non ci rinfreschiamo con un buon gelato!!", essere positivi in queste situazioni conta davvero...Eh Eh Eh!!!
Bando alle ciance e facciamo le persone serie... Alloooora.. Questa settimana il mio aggiornamento riguarda sia le letture in corso, sia la prima lettura della Summer Challenge.
Ho deciso di scegliere facendo una sorta di estrazione a sorpresa così non sono obbligata a stare tre ore davanti alla pila per decidere cosa leggere prima, visto che la curiosità verso tutte le scelte che ho fatto mi sta ammazzando da quando ho fatto la lista dei dieci punti!!!
Altra comunicazione di servizio che ho da fare, è che questo mese non pubblicherò il post della CASSETTA DELLA POSTA perché ho deciso di limitare gli acquisti per questi tre mesi estivi e dedicarmi allo smaltimento di quelli che ho in casa, quindi, visto che le entrate saranno pochissime, ho pensato di fare un post a fine estate così da racchiudere tutte le mie nuove entrate...
Bene... detto questo vi lascio alla lettura delle risposte delle solite tre domande... Buona lettura amici!!!


Cosa stai leggendo? 







In realtà più che leggendo, devo iniziare a leggerlo. Sabato ho finito il libro che vi mostrerò tra poco e andando in libreria l'ho visto e acquistato!
Era una vita che sentivo nominare questo romanzo, Battle Royale di Koushun Takami, più o meno da quando è uscito Hunger Games al cinema e mio fratello mi diceva sempre che era stato preso da questo libro di cui esistono anche manga, fumetti e film vari.
Non ho mai trovato una sola copia di questo romanzo in libreria e comprarlo on-line non mi era mai venuto in mente, non sarà stato il suo momento forse.
Poi Domenica sono entrata nella mia solita libreria di fiducia e l'ho visto, mi ha chiamato proprio e così l'ho preso e l'ho portato a casa.
La storia di Hunger Games mi è piaciuta molto e il fatto che questo sia stato pubblicato molto tempo prima di quello mi incuriosisce. Poi so che i giapponesi, soprattutto in questo genere di cose sono molto più diretti e violenti, quindi spero che non mi faccia troppa impressione, ma vi dirò poi più avanti!!



Cosa hai appena finito di leggere?



Lo stregone dei venti di Miki Monticelli è il mio primo approccio all'autrice, ne ho sempre sentito parlare bene e poi in libreria ho visto che ha scritto un Fantasy uscito credo prima di natale o all'inizio dell'anno, Il sangue di Marklant. Per approcciarmi a lei e non avendo trovato il libro che vi ho citato, mi sono trovata davanti questo e l'ho preso, non molto tempo fa a dire la verità.
L'ho terminato da poco e sono stata molto sorpresa dall'intreccio che la Monticelli è riuscita a creare, mi aspettavo una lettura più semplice visto che l'età di lettura è dai 9 anni e invece mi è piaciuto molto, lo consiglio a chi vuole fare una lettura leggera e per staccare da qualche mattonazzo.



Cosa hai intenzione di leggere in seguito?




Questa sarà la prima lettura che affronterò nella SISSY&ANITA SUMMER CHALLENGE, Fahrenheit 451 di Ray Bradbury. Devo dire la verità, che speravo in due scelte, o il Thriller  o questo. Quindi il primo punto da superare per la mia personale sfida di lettura sarà: 

UN LIBRO DA FINIRE IN UN GIORNO, DA LEGGERE IN UN SOLO SORSO.

Anche questa è una di quelle letture che ho sempre rimandato senza saperne il motivo, ebbene adesso non si può più fare, è arrivata la sua ora, ;-)

Allora Amici quale sarà la vostra prima lettura estiva? Lasciatemi un commento, e fatemi sapere se avete letto o meno questo libro, se vi è piaciuto oppure no!

Io vi lascio che vado a preparare altri post... Alla prossima e come sempre vi auguro BUONE LETTURE!!!
Partecipate numerosi alla SISSY&ANITA SUMMER CHALLENGE!!!

lunedì 27 giugno 2016

SUMMER CHALLENGE SISSY & ANITA.. Ecco le mie scelte ;-)!

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Siamo arrivati anche alla fine di giugno amici e l'estate ancora stenta a palesarsi come ai bei tempi... Mi ricordo che qualche anno fa a quest'ora stavamo tutti a rotolarci sulla sabbia o tra le acque fresche del mare... Ma non disperiamo il caldo arriverà e con lui la voglia di rilassarsi con un bel libro in mano... 
A questo proposito vi faccio qui un post sulle letture che ho scelto di affrontare per la SUMMER CHALLENGE ideata da due youtuber che seguo da un po' e che, per smaltire qualche lettura hanno pensato di offrire degli spunti per poter scegliere i titoli con più facilità.
Bene vi lascio al post, così vi mostro le mie scelte e le varie opzioni a cui rispondere.. Buona Lettura amici e mi raccomando partecipate e rendete note le vostre scelte così potremo scambiarci qualche consiglio libroso ;-)

Primo passo della Challenge è quello di rispondere ai dieci punti con il titolo di un libro che corrisponde a quelle caratteristiche, ecco i miei dieci libri:

1)Un thriller da leggere in spiaggia


Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson


Come primo libro della lista ho scelto un thriller molto conosciuto anche per via dei film che sono stati fatti in due versioni per giunta, una, quella che ho visto, svedese o norvegese e l'altra americana che non ho ancora visto, ma questo punto leggo prima i libri e poi vedrò anche quella versione lì.

Primo libro di una trilogia che mi ha incuriosito fin dalla sua pubblicazione e che, ahimè, ancora non ho letto, finalmente con questa Challenge sperò sarà la volta buona per farlo!







2) Un libro con una copertina che ami


Spiderwick. Le cronache di Tony Di Terlizzi & Holly Black

In questo punto anche l'occhio vuole la sua parte e ditemi se anche voi pensate che questa copertina sia bellissima!!!
Questa è la versione in mio possesso e pensate che l'ho trovata per caso tra gli scaffali del supermercato :-O... E', in realtà, la raccolta di tutti e cinque i volumi di questa storia, ma lo considero come un unico testo, anche perché sono dei libri molto piccoli e non avrebbe senso leggerne o comprarne uno alla volta se questa versione è così bella da tenere.
So che anche di questo libro hanno realizzato un film e io preferisco aspettare per vederlo così mi immergo completamente nelle pagine di questo bellissimo libro.






3) Un libro con una copertina che ricordi l'estate



Il giardino degli incontri segreti di Lucinda Riley

Su questo punto avrei qualcosa da dire, non per la scelta che bisogna fare ma per i libri che possiedo.
Ho messo per aria la mia intera libreria per cercare qualcosa che potesse ricordare l'estate .... NON HO NEANCHE UN LIBRO CON IL MARE IN COPERTINA o qualsiasi altra cosa possa rimandare all'estate, e non ci ho mai fatto caso :-(
Per questo motivo ho preso quello che ci si può avvicinare il più possibile, con immaginazione ci si riesce daaaai... Il cielo è azzurro, l'orchidea è un fiore che si trova tutto l'anno eeee... Bhè ho solo questo spero vada bene comunque :-)






4) Un libro che hai in libreria da tanto e che già avevi programmato di leggere questa estate



Il palazzo della mezzanotte di Carlos Ruiz Zafon

Questo libro vegeta nella mia libreria da quando è stato pubblicato, e io, spinta dalla curiosità di leggerlo, perché avevo già apprezzato L'ombra del vento di questo stesso autore, lo comprai subito. Ovviamente la mia curiosità si è spenta poco dopo averlo comprato :-( pensate che comprai tutti i libri appena usciti fino a questo (in tutto 4) e due di questi li sto leggendo quest'anno a secoli di distanza ormai.
Zafon è comunque uno scrittore che mi piace, ho letto i suoi primi tre libri e devo dire che il suo realismo magico, e l'alone di mistero che si trova in tutte le sue storie mi piace molto. Speriamo che anche questo sia di mio gradimento come gli altri.




5) Il secondo libro di una serie che hai già iniziato


Hollow City. Il ritorno dei bambini speciali 

In questo caso si tratta di una lettura farò in digitale, perché si, non ho solo cataste di libri cartacei accumulati e non letti, ma anche ebook!!! Stendiamo un velo "pietoso" che per me non è pietoso, ma diciamo che dovrei darmi una regolata ecco!!
Del primo volume, La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, letto di recente, (vi lascio la recensione a cui potrete accedere cliccando direttamente qui), dissi che volevo leggerlo prima dell'uscita del film e così ho fatto. Mi è piaciuto e mi ha incuriosito, quindi spero che anche questa sia una lettura piacevole da fare. Anche questa di copertina è abbastanza inquietante dire, questa bimba ha un grande buco sullo stomaco... :-O !!






6) Un libro il cui titolo inizia con la prima lettera del tuo nome


Merlino. Il destino di un giovane mago di Luisa Mattia

Il mio nome è Michela, e quindi "Merlino" richiama perfettamente l'iniziale del mio nome.
Primo libro di una trilogia che ho visto non so quante volte il libreria e di cui ho sempre rimandato l'acquisto, fino a quando, il giorno di Pasqua, la mia dolce metà mi porta un pacchetto contenente questo libro e il primo volume della trilogia di Ken Follett di cui adesso mi sfugge il nome. Il primo volume comunque è La caduta dei giganti. Così anche per questo punto ho trovato il libro da leggere, anche se con la mia iniziale è più facile trovare il nome o il cognome di un autore che il titolo di un libro, ma ce l'ho fatta ;-)






7) Un libro al cui interno c'è qualcosa di magico



 La storia infinita di Michael Ende

Uno dei primi libri che ho letto. Chiaramente si tratta di una rilettura a distanza di quasi venti anni, ebbene si, ho una certa età... Ho rivisto il film prima di Natale e appena ho trovato questa copia del libro ad un mercatino l'ho comprata senza neanche pensarci.
Il mio primo fantasy, e il primo libro che mi hanno regalato, per la precisione mio padre, poi lo prestai e non mi è stato più ridato, e da quel momento non ho più prestato nulla che riguardasse il mondo dei libri!!!
Comunque sicuramente la magia c'è in questo libro no??!!






8) Un libro da finire in un giorno, da leggere in un solo sorso



Fahrenheit 451 di Ray Bradbury

Anche in questo caso lettura in digitale e lacuna da dover riempire. Le challenge fortunatamente ci danno modo di farlo proprio perché bisogna pensare ai libri da inserire nei vari punti e di conseguenza rispolverare anche i reperti archeologici che abbiamo qui e là...
Libro amato e odiato allo stesso tempo, spero che sia una bella lettura per me, mi incuriosisce moltissimo, staremo a vedere.










9) Un libro che ha lo stesso sapore del tuo gelato preferito


La breve e favolosa vita di Oscar Wao di Junot Dìaz

Vi starete domandando cosa significhi questa risposta, ebbene, i miei gusti preferiti di gelato sono CREMA e MALAGA che non so se fanno più in realtà. Io lo mangiavo quando ero piccola ed era il gelato preferito anche di mia zia, quindi appena arrivava l'estate e c'era mia zia nei paraggi potevo stare sicura che il gelato arrivava :-)
Entrambe i gusti sono di colore giallo (malaga era un mix di zabaione e uva passa, una bontà) e per questo motivo la mia scelta è ricaduta su una copertina gialla :-D
Lo so che il ragionamento è stato molto contorto ma è la cosa che mi è sembrata più vicina ai miei gusti di gelato preferiti!






10) Un libro che ti fa venire voglia di metterti in viaggio





L'isola degli sperduti di Melissa de la Cruz

Terza lettura in digitale per me, un romanzo per ragazzi che ho recuperato dopo averlo visto tantissime volte in libreria e aver letto che racconta le vicende dei figli dei personaggi cattivi della Disney... Non ho mai sentito parlare di nulla di simile e così ho pensato che vorrei raggiungere quest'isola e scoprirne di più!



Queste sono le letture che ho in programma di fare per partecipare alla Summer Challenge, ho cercato di mettere dei libri di generi differenti per non rendere troppo monotone le letture. I libri che ho scelto sono tutte storie che avrei voluto leggere da un po' di tempo e spero non mi deluderanno. Alcuni libri sono nella mia libreria da qualche tempo, altri sono stati acquisti relativamente recenti ma comunque da leggere.

Io vi saluto ricordandovi che:
1) La Challenge avrà inizio dal 01 LUGLIO, e avrete tempo di terminarla entro il 30 AGOSTO
2) Il 31 AGOSTO è il giorno della ricapitolazione generale dei libri che sarete riusciti a leggere per la challenge.
3) Ogni settimana dovrete fare un video, un post o lasciare un messaggio sulle vostre pagine facebook, dei blog, o su youtube se fate video, con gli aggiornamenti delle letture che state facendo.  Queste sono le condizioni oltre ovviamente taggare le due ragazze che hanno realizzato la challenge Sissy de canale SISSY TUBE  e Anita del canale L'ORA DEL LIBRO.

Spero vivamente che vogliate partecipare a questa iniziativa e rendere note le vostre letture con un post, un messaggio su facebook, insomma anche questo potrebbe essere un modo per condividere consigli di lettura quindi è bello che partecipiate se avete voglia di confrontarvi con le vostre tempistiche di lettura:-)

Bene Cari Amici Viaggialettori credo di avervi detto tutto, adesso vi saluto e ci vediamo al prossimo post... come sempre BUONE LETTURE e BUONA SFIDA!!!


venerdì 24 giugno 2016

RECENSIONE "PROMETTO DI SPOSARTI OGNI GIORNO" di PEDRO CHAGAS FREITAS

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Nuova recensione, questa volta su un libro uscito quest'anno, a marzo, che avevo precedentemente segnalato nel post sulle novità di quel mese (vi lascio qui il link della pagina). 
Il genere romantico non è tra i miei preferiti, ma la trama mi aveva colpito molto, in realtà anche se sembro essere un cuore di pietra ogni tanto anche io ho le mie personali botte di romanticismo, e così ho pensato di leggere questo libro che oltre ad essere romantico è appunto una novità... 
Bhè direi che la prossima volta ci penso meglio alle scelte in questo senso, ma vi spiego meglio nel post... Buona lettura!!!










TRAMA: Riflessioni sull'amore verso la propria compagna.


Titolo: Prometto di sposarti ogni giorno
Autore: Pedro Chagas Freitas
Casa Editrice: Garzanti
Anno: 2016
Pag: 239
Prezzo: 16,40 euro












VALUTAZIONE:





Dopo la lettura di questo libro ho capito che quando ho le botte di romanticismo acuto devo buttarmi su un dolce piuttosto che su libri del genere! 
Detto questo, e vista la mia valutazione, credo che avrete capito dove andremo a finire quando arriverò a scrivere l'ultima parola di questa recensione. Come sempre vi dico che non sono delle recensioni ma piuttosto opinioni personali, condivisibili o meno, che esprimo su un libro che ho letto.
Ho letto la versione ebook di questo libro perché non mi andava di avere quella cartacea che mi avrebbe occupato spazio, o meglio, quando non sono molto sicura di quello che andrò a leggere cerco di recuperare la versione digitale e se poi mi piace magari approfitto di sconti e la prendo cartacea, in questo caso manterrò solo il digitale ovviamente.

Sappiate che la mia versione è costituita di 154 pag più o meno, adesso non ricordo di preciso quante siano, ma sicuramente non più di 160 pag in tutto, per leggerle tutte ci ho messo quasi un mese. Non potete capire che cosa straziante sia stata per me leggere questo libro, ma partiamo dal principio.


La dicitura "Romanzo" che trovate sulla copertina non è per niente appropriata. Si tratta di una raccolta di pensieri e aforismi che l'autore scrive per parlare del suo amore infinito per quella che poi diventa sua moglie. Già il fatto che mi scrivi romanzo sulla copertina, e che quando leggo una trama c'è effettivamente una trama che, però, nel libro non viene neanche accennata, già mi vai in puzza!
Probabilmente il fatto che si sia scelto di inserire il libro tra i romanzi, secondo me, è stato per farlo leggere, e io polla ci sono cascata.


Nella trama che ho letto si parla di una coppia che si incontra casualmente su un treno e dopo aver subito un portentoso colpo di fulmine si è innamorata. Vivendo lontano, i due decidono di incontrarsi ogni volta in un posto diverso ripromettendosi amore eterno in ogni occasione. 
Sappiate che di tutto questo non c'è nulla e per capire di cosa si tratta dovrete scavare e leggere fra le righe delle mille mila parole, anche ripetute più volte, che vengono dette dall'autore.
Il libro non è assolutamente un romanzo, non c'è intreccio, non c'è un inizio e non c'è una fine, c'è un lungo monologo o riflessione che l'autore fa parlando dell'amore che prova nei confronti di sua moglie. A questi pensieri se ne infilano alcuni, ma non tantissimi, legati alla figura del padre o del nonno e in alcune parti ci sono le parole di Barbara, la donna appunto, che parla dell'amore per lo scrittore, il suo compagno. 
Soprattutto per quest'ultima cosa, i pensieri di Barbara non si capisce che sono suoi se non nel momento in cui c'è, magari, un verbo espresso al femminile, altrimenti c'è una completa fusione dei loro pensieri che mi ha reso difficile la lettura.


"L'amore richiede la massima emergenza, uno stadio di assedio senza armi. Voglio tu sappia che per te vivo in una trincea interna. Voglio tu sappia che ho un terrore folle che qualcuna ti rubi. Lo ammetto senza paura. Provo per te una gelosia folle. Incontrollabile. Demolitrice. Difficile da tollerare. Ma prometto che cercherò di dormirci. Anche perché è l'unico modo che ho di dormire con te. Amore è all'incirca essere eroi e fifoni senza perdere la coerenza"


E' sicuramente stata una lettura pesante per me, ma non perché non sopporto le parole tenere e sdolcinate, o perché sono una vecchia zitella inacidita, no non è per questo, è che sinceramente è un libro poco, molto poco, credibile dal mio punto di vista.
Sembra una continua estremizzazione di un sentimento che è bello forse anche perché non dovrebbe essere così analizzato, anche perché molte parti del testo sono la continua ripetizione l'una dell'altra e rendono estremamente pesante il procedere della lettura.
Capisco che trovare una persona COSI' innamorata di te è un tesoro raro e prezioso, ma sinceramente, per come la vedo io, va bene pure se sei un pò meno ossessionato. 
Tutto quello che dice l'autore sembra uscire dalla mente di uno che ha una visione delle cose veramente come se fosse ossessionato dalla propria compagna. E' la descrizione di un amore che diventa devozione, ma in modo esagerato per la mia visione di amore.
L'amore indubbiamente è devozione, è rispetto, passione è pensare al bene dell'altro senza danneggiarlo o sminuirlo, ma è anche tenerezza, sicurezza, certezza, fiducia e non credo che sia solo l'una versione o l'altra, ci deve essere un mix tra le due visioni.
In questo caso l'autore fa una cosa che mi ha dato fastidio, come ripeto il mix tra le due cose è quello che secondo me porta avanti una coppia per molto tempo, anche se poi ogni coppia trova il suo equilibrio, ma in questo caso ho trovato un pò costruito il fatto che il momento prima l'autore descrive Barbara come fosse una divinità intoccabile e il secondo dopo non fa in tempo a vederla che la vuole spogliare subito e farci sesso finendo la maggior parte delle frasi con la volontà di raggiungere l'orgasmo.
Non ci trovo molto senso non so, trovo che questo sia tutto costruito, troppo costruito e non mi è piaciuto molto. Non sono bigotta, anche l'orgasmo fa parte dell'amore, avanti siamo adulti e vaccinati e ormai queste cose le fanno anche nei cartoni animati, ma sinceramente credo che l'autore abbia voluto infilarci per forza questa cosa anche quando non serviva assolutamente.

"Certe parole sono così dure, vero? Non le ho qui per te, ma qualcosa si indurisce in me. Sono scurrile, lo so. Scusami di nuovo. Ma è la verità, preferisci che ti menta? Va bene, ti mentirò. Ti dirò che ti sveglio solo per essere certo che hai ancora gli occhi grandi, e per spogliarti. Ecco, mi sono lasciato andare di nuovo, scusa, non parlo più di sesso, giuro. Avevo già parlato di sesso in questo testo? Credi di no. Questo vuol dire che lo faremo, vero? Io dico di si, anzi non lo dico, lo faccio, posso?"


Sicuramente molte delle cose e delle frasi ad effetto inserite all'interno di questo libro sono usate per fare colpo sul potenziale lettore, frasi che inevitabilmente possono rimandare ad una qualunque storia d'amore ed è per questo che il libro viene apprezzato, perché comunque puoi ritrovare un tuo pensiero o una visione comune di quello che è l'amore per l'altro.


"Sorridere è uno stato d'animo: uno stato in cui conta solo quello che si vede, che poi non è mai quello che si vede. Sorridere alla persona che amiamo è la più affidabile delle prove d'amore. Sorridere è una cosa riservata solo a chi ama. Quando non si ama, sorridere è soltanto tenere i denti in mostra"

Ragazzi e ragazze, parliamo seriamente adesso... Io non voglio per forza demolire questo libro, alla fine ho detto fin dall'inizio che non mi è piaciuto e che sicuramente le mie opinioni non sarebbero state entusiaste, ma se vi cimenterete in questa lettura vedrete anche voi alcune delle cose che ho detto qui.
Dal mio punto di vista i due protagonisti sono malati l'uno per l'altro, è una cosa assurda stare con una persona e avere sempre tutti questi poemi in testa, sarà che io non sono una di quelle persone che pensa che l'amore sia solamente irrazionalità che devo dirvi, ma sinceramente mi è risultato poco credibile davvero tutto quello che è scritto qui dentro.
Non giudico chi ha questo tipo di relazione, come non sto giudicando chi mette l'amore irrazionale al centro della sua esistenza, sto solo dicendo se vuoi scrivere un libro sull'amore devi scriverlo in modo più realistico e meno costruito ecco tutto, poi che ho demolito la lettura quello è gusto personale!

Probabilmente è una lettura da fare in modo centellinato, e la suddivisione continua in paragrafi lo suggerisce, ma io non sono così, il libro lo leggo tutto insieme e forse anche questo me lo ha reso pesante, ma se tu mi scrivi che si tratta di un romanzo io mi fido, in teoria... La prossima volta ovviamente ignorerò qualsiasi suggerimento...

Penso di aver detto abbastanza su questa lettura che dite?! Spero non vi siate fatta una idea sbagliata di me da quanto ho scritto, so benissimo cosa significa amare una persona e farlo in modo così travolgente, ma credo che non necessariamente si debbano raggiungere livelli estremi per dimostrare il proprio amore all'altro ecco tutto, poi indubbiamente questo dipende dal carattere delle persone.
Spero di avervi fatto anche divertire durante la lettura, magari se non lo avete ancora fatto leggete questo libro così mi spiegate cosa non ho capito di questo scrittore che con due libri sta spopolando nel mondo e io non comprendo.

Adesso vi lascio ho altre cose da preparare per voi, come sempre fatemi sapere cosa ne pensate del libro, se lo avete letto, se vie è piaciuto oppure no... Iscrivetevi al blog o cliccate il "Mi piace" sulla pagina, non siate timidi, sosterrete il mio lavoro e io sarò felicissima di condividere opinioni con voi... Vi ringrazio perché piano piano stanno aumentando le visualizzazioni e sono contentissima...
Alla prossima VIAGGIALETTORI... BUONE LETTURE A TUTTI VOI, soprattutto adesso che sta arrivando l'estate...UN ABBRACCIO VIRTUALE A TUTTI!!!



mercoledì 22 giugno 2016

WWW...WEDNESDAY...#9

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Ebbene si, anche per questa settimana aggiornamento letterario in corso, e sono molto soddisfatta soprattutto del libro che sto per concludere, quando il post verrà pubblicato sicuramente sarò passata ad un'altra lettura... Ma andiamo con ordine, e inizio subito a rispondere alle tre solite domande... Buona Lettura!!


Cosa stai leggendo?



Ho comprato questo libro d'impulso, non so perché, ma quando vedo che sulle copertine si parla o si fa riferimento al fascismo e al periodo che lo riguarda tendo a comprare quei libri, soprattutto quando raccontano di esperienze vissute.
In questo caso il libro, Eredità di Lilli Gruber, non racconta solamente del periodo del fascismo, ma si concentra sulle vicende del Sudtirolo e dei suoi abitanti dal periodo in cui la zona era parte dell'impero Austro-ungarico fino al 1939, anni in cui la dittatura fascista ha ormai preso piede e i Sudtirolesi, allo scoppiare della guerra dovevano decidere se essere italiani o tedeschi. 
Il tutto è raccontato attraverso le vicende familiari della bisnonna della scrittrice e della sua famiglia, Rizzolli- Tiefenthaler.  
Un libro molto consigliato agli amanti di saggi sulla storia del periodo e a tutti coloro che amano le saghe familiari.


Cosa hai appena finito di leggere?




Alta Fedeltà di Nick Hornby è stata per me una rilettura a distanza di sette/otto anni credo. Ho riletto questo libro per vari motivi: 1)Sto seguendo dei punti per una challenge di lettura, e il punto in questione richiedeva di inserire il titolo di un libro in cui si parlasse di musica, e con questo ho soddisfatto la richiesta; 2)Non ricordavo assolutamente nulla della trama, e poiché, di solito, anche se non tutta la trama, ma in generale, ricordo i libri che leggo e che mi sono piaciuti, volevo vedere perché non ricordassi nulla a parte il fatto che parlasse di musica e che non  mi aveva convinto più di tanto; 3)Volevo vedere se mi sarebbe piaciuto a distanza di anni oppure non avrei cambiato idea... e.... ovviamente non ve lo dico qui ma farò una recensione apposta ;-)


Cosa leggerai in seguito?



Non sto per leggere tutti i romanzi di Luigi Pirandello, ma solo Il fu Mattia Pascal di cui ricordo poco dagli studi delle medie, ebbene si, si va all'università di lettere per non sapere nulla della letteratura italiana!! Succede anche questo PURTROPPO, quindi io recupero da me, nonostante i vari anni e soldi spesi all'università!!! Meglio lasciar perdere il discorso altrimenti manderei in galera qualcuno...Comunque...
Sono molto curiosa di leggerlo, anche se quando ho letto un altro romanzo presente in questa raccolta non mi aveva entusiasmato per niente come scrittore. Ma diamo un'altra possibilità a uno dei nostri autori più importanti.


Bene amici Viaggialettori, anche per questa settimana l'aggiornamento è stato fatto, lo so che le mie letture e le recensioni non stanno andando di pari passo ma la scrittura di una recensione che sia abbastanza diplomatica per me è dura da fare, e, come avrete modo di vedere non sempre riesco a frenarmi... Quindi più o meno il lavoro sulle recensioni che faccio è quasi sempre legato a scritture e cancellature e riscritture continue... Ma prima o poi una versione decente la farò, statene certi!!!
Torno a lavorare per voi :-) Fatemi sapere quali sono le vostre letture, quello che avete in programma di leggere questa estate, insomma tutto quello che sarà il vostro futuro libroso, sono curiosissima... Nel frattempo vi saluto e vi ringrazio, perché le visualizzazioni qui sul blog sono sempre più numerose... Un abbraccio ad ognuno di voi.. Mi rendete felicissima!!!